Cronaca

Malore in campo, muore terzino della “Juventina”

Giandomenico Rizzi, aveva 47 anni, e stava giocando una partita di allenamento.

Malore in campo, muore terzino della “Juventina”
Cronaca Cremona, 26 Aprile 2019 ore 16:17

Malore in campo per un terzino della "Juventina": Giandomenico Rizzi, aveva 47 anni e ha perso la vita durante una partita di allenamento.

Malore in campo

Una vicenda che ricorda da vicino quella di Davide Astori. Il 31enne capitano della Fiorentina, ed ex giocatore di Pizzighettone e Cremonese, fu trovato senza vita in un albergo di Udine nella notte tra il 3 e il 4 marzo dello scorso anno, nel pomeriggio avrebbe dovuto scendere in campo con i suoi Viola contro l’Udinese. A stroncarlo un arresto cardiocircolatorio per cause naturali, anche se “è strano che succeda una cosa del genere a un professionista così monitorato senza segni premonitori”.

Giandomenico Rizzi di anni ne aveva 47 e, come riporta GiornalediTreviglio.it mercoledì sera è stato colto da un malore improvviso mentre si allenava in campo. Giandomenico si stava allenando insieme ai compagni della squadra dell’oratorio di Covo, la “Juventina Covo amatori” , che milita nel campionato CSI categoria Dilettanti. Era in porta, nonostante normalmente giocasse come terzino e stava giocando una “partitella” di allenamento. All’improvviso si è accasciato a terra, privo di sensi. Immediati i soccorsi da parte dei compagni di squadra che hanno anche utilizzato il defibrillatore automatico esterno presente in campo, ma le sue condizioni sono sembrate subito molto serie. Trasportato con l'elisoccorso in ospedale è deceduto poche ore dopo.

“Tifoso sfegatato della Juventus, con lui avevamo festeggiato il campionato vinto quest’anno – così lo ricorda un compagno di squadra – Era sempre il primo a mettersi in gioco, sebbene avesse qualche anno in più rispetto al resto del gruppo, e non mancava mai. Sempre disponibile e solare con tutti. Non possiamo ancora credere a cos’è successo”. CLICCA QUI PER LEGGERE TUTTA LA NOTIZIA

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE