Attualità
Luoghi a lui cari

Gianluca Vialli al Santuario di Grumello: "E' il tempo della gratitudine"

Dopo il successo agli Europei, il capodelegazione della nazionale a Euro 2020, posta una foto sui social dove indossa la maglia della Figc.

Gianluca Vialli al Santuario di Grumello: "E' il tempo della gratitudine"
Attualità Cremona, 19 Luglio 2021 ore 14:28

Tappa cremonese per Gianluca Vialli che posta su Instagram una foto dove si ritrae al Santuario della Beata Vergine della Speranza di Grumello Cremonese.

Gianluca Vialli al Santuario di Grumello: "E' il tempo della gratitudine"

"È il tempo della gratitudine"

Così scrive ieri, domenica 18 luglio 2021, su Instagram, Gianluca Vialli, dopo aver visitato il Santuario della Beata Vergine della Speranza a Grumello Cremonese, festeggiando così la recente vittoria della nazionale italiana agli Europei di Calcio 2020.

Nella foto Vialli indossa la maglia della Figc con lo scudetto tricolore e le quattro stelle da campioni del Mondo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Luca Vialli (@lucavialli)

Dopo la finale vinta ai rigori, Vialli era rimasto a Londra, dove vive, saltando i festeggiamenti romani con la visita al Quirinale e Palazzo Chigi e poi la sfilata sul bus scoperto. Fino a ieri, quando è ricomparso in terra cremonese.

Nell'immagine in primo piano c'è il suo volto, sorridente, mentre sullo sfondo si può notare la chiesa che si trova in un luogo a lui caro, Grumello appunto, il paese poco distante dalla città di Cremona dove è nato. Lì ha tirato i primi calci al pallone, lì si rilassava dopo le fatiche delle prime stagioni da giocatore professionista, lì ha trascorso la convalescenza dopo l’operazione per un tumore al pancreas.

Il gesto scaramantico

Durante la recente avventura degli Europei, Gianluca Vialli, oltre ad essere il braccio destro del ct Roberto Mancini, suo grande amico, è stato anche protagonista di un gesto scaramantico prima di ogni partita: Vialli, infatti, veniva lasciato a piedi dal pullman che chiudeva le porte e percorreva qualche metro, per poi farlo salire a bordo. Decisivo, per il successo della Nazionale, sono state anche le sue parole e i sui gesti, come nel caso del toccante discorso pronunciato prima della finale.

Il premio Rosa Camuna

Il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana recentemente ha anche annunciato che attribuirà al cremonese il più importante riconoscimento dell'istituzione lombarda: il premio "Rosa Camuna".

"Ascoltando quanto riferito dai Campioni d'Europa durante l'avventura che ci ha portato al trionfo, il contributo di Vialli - ha spiegato il governatore - è stato davvero importante. Un suggeritore tecnico-tattico, ma soprattutto un amico di ogni calciatore azzurro capace di dispensare consigli e di cementare in maniera granitica il gruppo".