Più alto riconoscimento lombardo

Europei, Fontana: "Premio Rosa Camuna al cremonese Gianluca Vialli"

"Un suggeritore tecnico-tattico, ma soprattutto un amico di ogni calciatore azzurro capace di dispensare consigli e di cementare in maniera granitica il gruppo".

Attualità Cremona, 13 Luglio 2021 ore 08:25

Il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana ha annunciato che attribuirà al cremonese Gianluca Vialli il più importante riconoscimento dell'istituzione lombarda: il premio "Rosa Camuna".

LEGGI ANCHE: Gianluca Vialli racconta la sua lotta al cancro in un libro

Europei, Fontana: "Premio Rosa Camuna al cremonese Gianluca Vialli"

Regione Lombardia attribuirà al cremonese Gianluca Valli il 'Premio Rosa Camuna', il riconoscimento più importante dell'istituzione lombarda.

Lo ha comunicato il presidente Attilio Fontana a margine dell'evento svoltosi ieri a Milano Innovation District (MIND).

"Ascoltando quanto riferito dai Campioni d'Europa durante l'avventura che ci ha portato al trionfo, il contributo di Vialli - ha spiegato il governatore - è stato davvero importante. Un suggeritore tecnico-tattico, ma soprattutto un amico di ogni calciatore azzurro capace di dispensare consigli e di cementare in maniera granitica il gruppo".

"Non appena sarà disponibile - ha concluso Fontana - lo riceveremo a Palazzo Lombardia per consegnarli il premio, che vuole anche essere un riconoscimento alla sua brillante carriera da calciatore".

La carriera calcistica

Tra i migliori centravanti degli anni 1980 e 1990, rientra nella ristretta cerchia dei calciatori che hanno vinto tutte e tre le principali competizioni UEFA per club, unico fra gli attaccanti. Vincitore di numerosi trofei in campo nazionale e internazionale, è stato capocannoniere dell'Europeo Under-21 1986, della Coppa Italia 1988-1989 — in cui ha stabilito, con 13 reti, il record assoluto di realizzazioni in una singola edizione del torneo, della Coppa delle Coppe 1989-1990 e della Serie A 1990-1991.

Tra il 1985 e il 1992 ha totalizzato 59 presenze e 16 reti nella nazionale italiana, prendendo parte a due Mondiali (Messico 1986 e Italia 1990) e un Europeo (Germania Ovest 1988); al suo attivo anche 21 gare e 11 gol con l'Under-21, con cui ha disputato due Europei di categoria (1984 e 1986).

Più volte candidato al Pallone d'oro, si è classificato 7º nelle edizioni 1988 e 1991. Nel 2015 è stato inserito nella Hall of Fame del calcio italiano.

(Fonte: Wikipedia)