Menu
Cerca
Dal 17 febbraio

Varianti Covid, il Governatore Fontana firma l’ordinanza: quattro zone rosse in Lombardia

Chiusi anche nidi, asili e scuole elementari.

Varianti Covid, il Governatore Fontana firma l’ordinanza: quattro zone rosse in Lombardia
Cronaca Cremona, 17 Febbraio 2021 ore 10:02

Fontana firma l’ordinanza: quattro zone rosse in Lombardia. Il provvedimento è arrivato nella serata di ieri, martedì 16 febbraio 2021. A pesare, nella decisione assunta dal numero uno del Pirellone, è stata la crescente diffusioni del varianti Covid. Le quattro zone rosse riguardano quattro comuni situati nelle province di Varese, Pavia, Brescia e Milano.

Clicca qui per leggere il testo integrale dell’ordinanza

Fontana firma l’ordinanza: quattro zone rosse in Lombardia

“In relazione all’insorgere di cluster di contagio, legati alla diffusione di varianti del virus, il Presidente della Regione – sentito il ministro della Salute – ai sensi dell’art. 3 del dpcm 14 gennaio 2021, ha stabilito con una ordinanza che nei comuni di Viggiù (VA), Mede (PV), Castrezzato (BS) e Bollate (MI), verranno applicate le disposizioni previste nella cosiddetta ‘fascia rossa’, già osservate poche settimane fa sull’intero territorio regionale, a decorrere dalle ore 18 di domani mercoledì 17 febbraio”  si legge infatti sulla pagina facebook del Governatore Attilio Fontana.

Chiusi anche nidi, asili e scuole elementari

Inoltre con l’ordinanza si dispone che le attività scolastiche e didattiche di tutte le classi delle scuole primarie e secondarie in questi comuni si svolgano esclusivamente con modalità a distanza. Tale sospensione riguarda anche asili nidi e scuole materne. L’ordinanza è valida fino a mercoledì 24 febbraio.

Cremona (al momento) sotto la soglia critica

Ieri vi abbiamo raccontato che secondo i dati aggiornati a lunedì 15 febbraio 2021, la nostra provincia al momento risulta sotto la cosiddetta soglia critica fissata per la Regione Lombardia. Il suo modello (la fonte dati  per quanto riguarda l’incidenza è il Ministero della Salute mentre quella sulla disponibilità dei  posti letto è AGENAS)  si basa sulla incidenza del contagio da Coronavirus sul numero di abitanti, rapportato alla capacità ospedaliera della singola Regione. CLICCA QUI PER LEGGERE LO STUDIO