In Cortile Federico II

Un Consiglio Comunale interamente dedicato al tema della sanità cremonese

I lavori si apriranno con l'audizione della dottoressa Claudia Balotta, infettivologa, e della dottoressa Annalisa Malara, anestesista.

Un Consiglio Comunale interamente dedicato al tema della sanità cremonese
Cremona, 09 Settembre 2020 ore 14:53

Il Consiglio Comunale del 16 settembre 2020 sarà interamente dedicato al tema della sanità cremonese: la seduta si terrà all’aperto.

Consiglio Comunale dedicato alla sanità cremonese

Un Consiglio Comunale interamente dedicato al tema della sanità cremonese. Questa la proposta fatta ieri dal Presidente del Consiglio Comunale all’Ufficio di Presidenza che l’ha accolta. La seduta si terrà mercoledì 16 settembre 2020, alle ore 16, nel Cortile Federico II di Palazzo Comunale.

Il programma

I lavori si apriranno con l’audizione della dottoressa Claudia Balotta, infettivologa, e della dottoressa Annalisa Malara, anestesista. A seguire prenderanno la parola il dottor Angelo Pan, Direttore dell’Unità Operativa di Malattie Infettive dell’Ospedale di Cremona e il dottor Giancarlo Bosio, Direttore dell’Unità Operativa di Pneumologia sempre dell’Ospedale di Cremona. Questa prima parte della seduta si concluderà con l’intervento di Giuseppe Rossi, Direttore Generale dell’ASST (Azienda Socio Sanitaria Territoriale) di Cremona.

Terminate le audizioni, verranno trattati i due ordini del giorno sul servizio sanitario territoriale ed ospedaliero nel nostro territorio, uno presentato da Alessandro Zagni, capogruppo Lega – Lega Lombarda Salvini, l’altro presentato dalla maggioranza, primo firmatario il consigliere Riccardo Merli.

“Ci sembrava doveroso dedicare una seduta del Consiglio al tema della sanità territoriale ed allora perché non invitarne i protagonisti, così abbiamo pensato a figure emblematiche testimoni di quel che ha vissuto la nostra comunità, ma non solo per ricordarci quel che nessun cremonese dimenticherà, ma anche in grado di indicare un percorso di uscita da una fase che ha messo in ginocchio Cremona e che ha gravemente provato il suo sistema sanitario”, dichiara il Presidente del Consiglio Comunale Carletti.

“Tenere il Consiglio Comunale nel Cortile Federico II – prosegue il Presidente Carletti – sembrava un’impresa complessa, ma gli uffici del Consiglio si sono prestati a sforzi che ci permetteranno il regolare svolgimento della seduta all’aperto: l’idea nasce dalla volontà di sfruttare, in questo periodo, spazi che consentono il distanziamento previsto dalla normativa vigente e, nel contempo, favorire la partecipazione dei cittadini ai lavori consiliari”.

“Sarà un momento molto importante, volto a rimarcare il legame indissolubile tra la città e la propria massima assemblea elettiva”, conclude il Presidente Carletti.

Per quanto riguarda l’accesso al Cortile Federico II del pubblico, che potrà assistere senza diritto di intervento, nei prossimi giorni verranno diramate tutte le indicazioni del caso in modo da garantire l’osservanza delle precauzioni previste dai protocolli di sicurezza adottati dal Comune in tema di prevenzione sanitaria.

Tenta di adescare una 12enne a Crema, lei chiama la Polizia

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news regionali
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia