SONCINO

Ruba snack e monetine all'oratorio, guai per un 28enne

Dovrà rispondere di furto aggravato e porto abusivo di oggetti atti ad offendere

Ruba snack e monetine all'oratorio, guai per un 28enne
Pubblicato:

I Carabinieri di Romanengo hanno portato avanti un'operazione che ha portato all'arresto di un uomo di 28 anni, senza fissa dimora e con precedenti di polizia, ritenuto responsabile di un furto aggravato presso l'oratorio di Soncino. E' succcesso nel pomeriggio del 29 marzo 2024.

Furto in oratorio

Quel pomeriggio i Carabinieri sono entrati in azione dopo una segnalazione giunta alla centrale operativa di Crema, che ha informato della presenza di un individuo che, dopo aver forzato una finestra, stava entrando nell'oratorio del paese. La pattuglia della Stazione di Romanengo è stata immediatamente inviata sul posto, dove hanno ricevuto la testimonianza diretta di un cittadino che ha fornito informazioni preziose sul presunto ladro e sulla sua fuga.

Fermato a bordo di un bus

Guidati dalla descrizione fornita, i militari hanno iniziato una serrata ricerca che li ha portati persino a seguire un autobus, sospettando che il fuggitivo potesse trovarsi a bordo. Con tempestività, i militari sono riusciti a fermare il mezzo e a individuare il sospettato, che corrispondeva esattamente alla descrizione fornita.

L'uomo è stato quindi perquisito. Nelle tasche aveva delle monete, un taglierino e dei generi alimentari tipo snack, mentre sul sedile aveva un sacchetto in cellophane pieno di monete, per un totale di circa 120 euro, di cui non ha saputo giustificare la provenienza. Inoltre, il successivo intervento presso l'oratorio ha rivelato che il registratore di cassa era stato forzato e svuotato, e vari generi alimentari e bevande erano stati rubati.

Denunciato

Il parroco, contattato successivamente, ha formalizzato la denuncia di furto, mentre i Carabinieri hanno proceduto al sequestro del materiale rubato. Il sospettato è stato denunciato per furto aggravato e porto abusivo di oggetti atti ad offendere.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali