Richiesti più controlli

Incendio acciaieria: per il Gruppo Arvedi non ci sono criticità per ambiente e aria

Legambiente si è dichiarata preoccupata per l'incidente di ieri.

Incendio acciaieria: per il Gruppo Arvedi non ci sono criticità per ambiente e aria
Cremona, 14 Agosto 2020 ore 09:15

“Nessuna criticità per ambiente e qualità dell’aria”: così il Gruppo Arvedi ha tenuto a precisare la situazione.

La nota informativa del Gruppo Arvedi

Questa mattina presso lo stabilimento cremonese di Acciaieria Arvedi c’è stato un incendio alla torre di raffreddamento dell’impianto acque, per cause che sono in corso di accertamento. Grazie alle rigide misure di sicurezza e alle procedure di emergenza, che sono immediatamente scattate, l’incendio è stato domato in meno di un’ora, per il pronto intervento della squadra antincendio di Acciaieria Arvedi e dei Vigili del Fuoco.

Nessuna persona è stata coinvolta nell’incendio e non ci sono feriti.  Nessuna sostanza pericolosa o nociva è stata toccata dall’incendio e, dai risultati ad ora disponibili – in attesa di quelli definitivi, i cui esiti saranno confermati nella giornata di domani – le centraline non hanno evidenziato nessun problema o criticità sia per la qualità dell’aria, sia da un punto di vista ambientale.

Tutti i sistemi di presidio ambientale sono prontamente entrati in funzione e intervenuti in maniera efficace e le acque utilizzate nello spegnimento dell’incendio sono state convogliate in un punto di raccolta.

La preoccupazione di Legambiente

Legambiente ha dichiarato di considerare l’incendio all’acciaieria Arvedi un fatto  molto preoccupante. I volontari si dichiarano vicini ai lavoratori dell’azienda e agli abitanti della zona che si trovano in una situazione così pesante per la loro salute e sicurezza.

Hanno inoltre chiesto alle Autorità ( in particolare ai Sindaci di Cremona e Spinadesco, il Prefetto, l’ Arpa, l’ ATS Valpadana) di monitorare con maggiore attenzione l’ evolversi della situazione. Chiediamo una maggiore informazione ( per i lavoratori e  gli abitanti) sui rischi connessi all’ impianto. Proponiamo ,in tempi rapidi, la convocazione dell’ Osservatorio Arvedi per affrontare I tanti temi che riguardano l’ Acciaieria e il suo rapporto con il territorio.

La rassicurazione dell’Assessore

Come già raccontato ieri, l’Assessore all’ambiente di Regione Lombardia ha rassicurato i cittadini affermando che: ”

“Arpa Lombardia e i Vigili del fuoco – conclude – sono intervenuti prontamente. La situazione è sotto controllo anche dal punto di vista delle emissioni in aria. Non ci sono state conseguenze e Arpa ha pertanto ritenuto di non dover effettuare il campionamento dell’aria nella zona interessata”.

La preoccupazione delle amministrazioni

Oltre a Legambiente e ai numerosi cittadini che si sono detti preoccupati per la situazione causata dall’incendio Arvedi e dalla nube nera che ne è scaturita, molte amministrazioni dei comuni limitrofi hanno chiesto ai residenti di tenere chiuse le finestre.

A commentare la situazione è anche la candidata sindaco di Viadana, Fabrizia Zaffanella, che afferma:

Con riferimento all’incendio occorso ieri in un impianto dell’acciaieria Arvedi di Spinadesco ( CR) , condivido pienamente la preoccupazione dei cittadini e la richiesta della Federazione dei Verdi della Provincia di Cremona di valutare l’impatto ambientale dell’incidente attraverso i controlli ufficiali effettuati dall’Arpa..I temi della qualità dell’aria , nel nostro territorio. padano, particolarmente inquinato, rappresentano un grave vulnus per la salute pubblica. Il monitoraggio periodico dell’aria su tutto il territorio comunale e provinciale , coinvolgendo ARPA Lombardia, fa parte degli interventi doverosi di valutazione e prevenzione, controlli che non si devono limitare alle sole zone critiche (assi viari, grandi aziende, etc.) ma devono costituire e realizzare un Piano per il miglioramento dell’aria che, a partire da un’analisi delle criticità e vulnerabilità sul territorio, individui azioni e interventi per la prevenzione e la riduzione dei rischi e degli impatti sugli ecosistemi, la salute della popolazione, e le attività economiche. Ecco perché ritengo di grande importanza l’intervento, in questo incidente, delle istituzioni pubbliche deputate ai controlli, al fine di dare risposte ai cittadini.su quanto è accaduto.

Fabrizia Zaffanella
Lista Civica Io Cambio

LEGGI ANCHE: Incendio all’acciaieria Arvedi: colonne di fumo invadono la zona VIDEO

Incendio all’Arvedi, l’UGL: “Incidente inaccettabile, necessaria chiarezza per tutelare i lavoratori”

 

Turismo 2020
Top news regionali
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia