Controlli Covid

In giro in orario di coprifuoco e bevande servite ai clienti, scattano le sanzioni

Diverse le persone sanzionate o denunciate dai carabinieri per non aver rispettato le prescrizioni nei giorni di "zona rossa".

In giro in orario di coprifuoco e bevande servite ai clienti, scattano le sanzioni
Cronaca Cremona, 28 Dicembre 2020 ore 15:06

A seguito di controlli effettuati nell’ambito dei servizi connessi all’emergenza emergenza epidemica covid-19, i militari del Comando Provinciale di Cremona nei giorni di “zona rossa”, hanno a vario titolo sanzionato diverse persone colte in violazione delle prescrizioni ministeriali

In giro in orario di coprifuoco e bevande servite ai clienti, scattano le sanzioni

Nello specifico sono state sanzionate o denunciate le seguenti persone:

  • 3 giovani tra i 20 e i 25 anni sono stati sanzionati per non aver rispettato l’obbligo di permanere nella propria abitazione dalle ore 22 alle ore 5 in quanto fermati a bordo dell’autovettura di uno dei 3 in via Eridano a Cremona;
  • un 38enne egiziano residente a Soresina controllato a bordo della propria autovettura (oltre l’orario consentito) è stato sorpreso a detenere un involucro contenente “cocaina” per un peso di 2 grammi;
  • un 22enne egiziano domiciliato a Cremona in quanto controllato nei pressi della Stazione ferroviaria (oltre l’orario consentito) è stato sorpreso a detenere un involucro contenente 1 grammo circa di “hashish”;
  • un 32enne residente a Cremona nato in Mali controllato in via Colomba a Cremona (oltre l’orario consentito) è risultato sprovvisto di documenti. I successivi accertamenti dattiloscopici hanno permesso di risalire alle esatte generalità dello stesso, clandestino sullo stato italiano con carico un decreto di espulsione emesso dal Questore di cremona;
  • a Gussola veniva chiuso un esercizio commerciale per aver somministrato bevande a due avventori, elevando contestualmente sanzione all’esercente ed agli avventori;
  • un 17enne è stato sanzionato poiché trovato a Casalmaggiore senza giustificato motivo e denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale in quanto ha reagito al controllo dei militari;
  • una ragazza di Crema è stata denunciata per oltraggio a pubblico ufficiale poiché, mentre veniva controllata e sanzionata per aver preso parte ad un assembramento, ha offeso con frasi ingiuriose la pattuglia intervenuta.

LEGGI ANCHE

Spettatori e allenamento non consentito: chiuso il Crossodromo di Credera Rubbiano

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità