Ritorno alla normalità

Fiesco: l’RSA di “Sereni Orizzonti” è Covid free e apre a nuovi ingressi

Su richiesta si effettuano test e tamponi Covid a domicilio.

Fiesco: l’RSA di “Sereni Orizzonti” è Covid free e apre a nuovi ingressi
Crema, 06 Luglio 2020 ore 17:33

L’RSA di “Sereni Orizzonti” a Fiesco resta Covid free e apre a nuovi ingressi. Il suo personale effettua su richiesta test e tamponi a domicilio.

L’RSA “Sereni Orizzonti” di Fiesco apre a nuovi ingressi

Resta Covid-free e apre finalmente a nuovi ingressi la Residenza socio-assistenziale di Fiesco, gestita dal gruppo “Sereni Orizzonti”. Continuano infatti a risultare negativi i tamponi su tutti i 23 ospiti così come sui 27 operatori che lavorano nella struttura ricavata nell’ex Istituto salesiano.

Questa situazione di assoluta tranquillità consente pertanto la possibilità di ulteriori ingressi e il Piano predisposto in tal senso dalla stessa RSA stabilisce che il nuovo ospite – munito di un test sierologico e di un tampone negativo effettuati non oltre le precedenti 72 ore – venga collocato in isolamento precauzionale per 14 giorni in una camera singola con bagno, adiacente a una zona filtro di vestizione/svestizione per il personale (buffer zone). Superata questa fase gli infermieri della struttura effettuano un secondo tampone che, se negativo, gli consente di iniziare a convivere con tutti gli altri residenti.

«In questo periodo dell’anno siamo disponibili anche a soggiorni estivi o per convalescenze a tempo determinato» spiega il direttore Ivano Negri. «È importante che gli interessati sappiano che tanto il test sierologico quanto il tampone possono essere eseguiti direttamente a domicilio dal nostro personale medico-infermieristico».

Un passo verso il ritorno alla normalità

La possibilità di accogliere nuovi ospiti è un importante passo sulla strada del progressivo ritorno alla normalità.

«Speriamo che un aggiornamento del Dpcm Conte autorizzi al più presto anche gli abbracci degli ospiti coi loro familiari dopo quattro mesi di forzata separazione fisica» aggiunge Negri. «Da parte nostra, consentiamo le visite al piano terra nella sala polivalente, solo previo appuntamento e a condizioni rigorose. Gli incontri avvengono per un quarto d’ora al massimo, a una distanza minima di 2 metri e con l’ospite protetto da una parete di plexiglass. Un nostro operatore è sempre presente. Eventuali piccoli regali vengono fatti depositare in una stanza e consegnati all’ospite solo dopo la loro sanificazione. I doni in alimenti vengono accettati solo se preconfezionati. Per quanto riguarda gli allettati, continuiamo ovviamente ad assicurare il servizio di videochiamata coi loro cari».

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news regionali
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia