Femminicidio Palazzo Pignano

Colpita a morte o vittima della caduta: solo l’autopsia potrà stabilirlo

Confermato il fatto che la 49enne fosse da molto tempo affetta da Alzheimer.

Colpita a morte o vittima della caduta: solo l’autopsia potrà stabilirlo
Crema, 26 Giugno 2020 ore 11:16

Femminicidio a Palazzo Pignano: oggi verrà eseguita l’autopsia sul corpo della donna, malata da tempo, per stabilire la reale causa della morte.

Colpita a morte o vittima della caduta

Eugenio Zanoncelli, 56 anni, si trova nel carcere di Ca’ de Ferro a Cremona dopo l’uccisione della moglie, Morena Designati (49 anni) avvenuta nella serata di mercoledì 24 giugno 2020 a Palazzo Pignano. Ancora da accertare la reale causa del decesso della donna, se per le botte ricevute oppure per la caduta che si è dimostrata fatale.

La donna infatti, dopo il colpo sferrato dal marito, è caduta a terra battendo violentemente la testa. I carabinieri l’hanno trovata in un lago di sangue sotto il tavolo della sala, nella villetta a schiera di via De Nicola, dove la coppia abitava da circa vent’anni.

La malattia

La donna soffriva di Alzheimer ed era molto debole a causa della malattia che la stava consumando ormai da anni. Forse è questa la causa scatenante della discussione tra i due coniugi, culminata con uno schiaffo dato dal marito per convincerla a mangiare qualcosa dopo giorni di digiuno.

Zanoncelli poi, resosi conto di quanto successivamente accaduto, si sarebbe fatto prendere dal panico e sarebbe fuggito a casa del fratello Roberto, raccontando il tutto. Infine è fuggito fino all’arresto avvenuto la mattina di giovedì a Rivolta d’Adda.

Oggi l’autopsia

Per fugare ogni dubbio sulla causa di morte della 49enne ed avere un quadro più delineato dell’intera vicenda bisognerà, quindi, attendere l’autopsia sul corpo della donna che verrà effettuata in giornata.

TORNA ALLA HOME

Top news regionali
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia