Soncino

Chiede di cambiare i soldi in cassa e con un "magheggio" fa sparire 120 euro

L'uomo, un cittadino rumeno di 41 anni, è stato denunciato.

Chiede di cambiare i soldi in cassa e con un "magheggio" fa sparire 120 euro
Cronaca Crema, 19 Luglio 2021 ore 11:37

Soncino: Cittadino rumeno denunciato per furto.

Chiede di cambiare i soldi in cassa

Nella mattinata del 12 luglio presso il supermercato Italmark di Soncino entra un uomo che invece di recarsi come tutti a fare la spesa, si dirige direttamente alla cassa per chiedere se era possibile cambiare delle banconote da 5,00 euro in banconote di taglio grande.

La cassiera gli dice che è possibile e che anzi banconote di piccolo taglio sono ben accette per dare il resto. L’uomo, quindi, estrae dalla tasca una mazzetta con una gran quantità di banconote.

L'intervento del responsabile

La cassiera vista la grande quantità di banconote chiama il responsabile del supermercato che, dopo aver parlato con l’uomo, incomincia a contarle fermandosi a 300 euro, cifra massima che poteva cambiare.

A questo punto l’uomo incomincia a estrarre altre mazzette di soldi e cerca in tutti i modi di generare confusione, fino a riprendere dalle mani del responsabile del supermercato le banconote appena contate per contarle a sua volta.

Il responsabile infastidito dall’atteggiamento dell’uomo e per evitare di bloccare ulteriormente la cassa del supermercato, toglie di mano all’uomo le banconote dandogli in cambio i 300 euro in banconote da 50 e dicendogli di andare via perché non poteva cambiargli altri soldi.

L'ammanco

Al momento del conteggio dei soldi della cassa alla chiusura del supermercato la cassiera ha però constatato un ammanco di 120 euro di sicuro opera dell’uomo presentatosi la mattina. Il fatto, quindi, viene segnalato alla locale Stazione Carabinieri.

Rintracciato e denunciato

I militari dalla visione dei filmati delle telecamere del supermercato sono riusciti a risalire, dalla targa dell’auto, all’identità dell’uomo in un cittadino rumeno 41enne che è stato denunciato per il furto della somma di denaro.