Fondazione La Pace ONLUS

A Cremona c’è l’RSA con una psicoterapeuta che aiuta anziani e operatori sanitari

Tra le pochissime strutture a livello nazionale a offrire una figura professionale di questo genere all’interno del proprio team di lavoro a tempo pieno.

A Cremona c’è l’RSA con una psicoterapeuta che aiuta anziani e operatori sanitari
Cronaca Cremona, 14 Dicembre 2020 ore 10:12

A Cremona c’è l’RSA con una psicoterapeuta che aiuta gli anziani e anche gli operatori sanitari: un supporto importante ed esclusivo.

A Cremona c’è l’RSA con psicoterapeuta

Come si è visto durante la prima ondata e anche nel periodo estivo, le fragilità che innescano l’incertezza e l’isolamento che porta il Covid-19 possono rivelarsi davvero un grave problema, specie se parliamo di persone anziane. Per questo motivo, Fondazione La Pace ONLUS, Casa di Riposo di  Cremona, ha deciso di intervenire inserendo all’interno dell’organico una psicoterapeuta dedicata all’ascolto dei bisogni di ospiti ma anche degli operatori sanitari, anch’essi costretti spesso all’isolamento per il bene dei propri pazienti e dei propri famigliari.

Colloqui in sicurezza

Colloqui che avvengono ovviamente in totale sicurezza, con la specialista e il “paziente” in ascolto che possono interagire attraverso la vetrata della terrazza, evitando così ogni contatto o eventuale contagio. Un supporto davvero importante ed esclusivo, dal momento che la struttura lombarda è tra le pochissime a livello nazionale a offrire una figura professionale di questo genere all’interno del proprio team di lavoro a tempo pieno, e non solamente attraverso interventi sporadici o iniziative a breve termine.

Una figura importante

Un’iniziativa davvero lodevole e molto importante, che permette a pazienti e personale della struttura di recuperare e chiudere definitivamente le ferite ancora aperte dalla prima ondata della scorsa primavera e dai mesi che l’hanno seguita, ma che intende anche prevenire i possibili disagi e problematiche che potrebbero insorgere in questo periodo e nelle prossime settimane tanto nei pazienti quanto negli operatori sanitari, perché più il personale è tranquillo e rilassato psicologicamente, tanto meglio staranno anche i pazienti.

LEGGI ANCHE

Intercettati su auto rubata scatta l’inseguimento da Soncino al Bresciano

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli