DA NON PERDERE

Giornata nazionale delle dimore storiche: quali visitare gratis a Cremona e provincia domenica 26 maggio 2024

Una domenica all'insegna della cultura alla riscoperta del più grande museo diffuso italiano

Giornata nazionale delle dimore storiche: quali visitare gratis a Cremona e provincia domenica 26 maggio 2024
Pubblicato:
Aggiornato:

Domenica 26 maggio 2024, anche in provincia di Cremona, torna la Giornata nazionale dell’Associazione Dimore Storiche Italiane, giunta quest’anno alla XIV edizione. Una selezione di ville e palazzi apriranno in maniera completamente libera e gratuita le loro porte per accogliere chi vorrà trascorrere una domenica immerso in luoghi unici del patrimonio storico, artistico e culturale del nostro territorio. In tutta Italia saranno 450 quelle visitabili, scopriamo quelle della provincia di Cremona.

Giornata nazionale delle dimore storiche

L’Associazione Dimore Storiche Italiane, fondata nel 1977, riunisce i proprietari di dimore storiche diffuse su tutto il territorio nazionale. La missione del sodalizio è quella di aiutarli a difendere, preservare e valorizzare tale patrimonio destinato all’intera umanità e, soprattutto, trasmetterlo alle future generazioni.

Le dimore storiche italiane si dividono in:

  • Ville e palazzi
  • Castelli e borghi
  • Hotel di charme
  • Musei e gallerie
  • Casali, cascine e masserie
  • Abbazie, badie e cappelle
  • Parchi e giardini

Visite in tutto il territorio nazionale

Si tratta di beni collocati lungo tutto il territorio nazionale: in metropoli, capoluoghi, cittadine e paesi; in alta montagna, lungo le valli, sui litorale e pianure. Ognuno di essi costituisce un monumento unico: unica la sua storia, unici i suoi problemi di manutenzione, unico il suo valore culturale ed il rapporto con la comunità di riferimento.

La loro riscoperta è determinante per far luce su un patrimonio troppo spesso ignorato, che non solo rappresenta la migliore storia e tradizione italiana, ma che - prima della pandemia - riusciva ad accogliere 45 milioni di visitatori l'anno.

Dimore storiche aperte a Cremona e provincia domenica 26 maggio 2024

Prima di entrare nello specifico delle ville che apriranno gratuitamente in provincia di Treviso, vi lasciamo qui di seguito un link del nostro portale nazionale News Prima che ha raccolto tutte le dimore storiche che hanno aderito all'iniziative in tutta Italia.

LEGGI ANCHEGiornata nazionale delle dimore storiche: tutte quelle che potete visitare in Italia domenica 26 maggio 2024

In provincia di Cremona, domenica 26 maggio 2024 sarà invece possibile visitare:

  • Casa-Museo Francesco Arata - Via Arata 3, Castelleone

Casa Arata

La casa natale del pittore/architetto Francesco Arata, situata nella via a lui dedicata, accoglie la raccolta d’arte donata dalla famiglia: sono esposti più di 50 olii e 50 disegni che illustrano l’evoluzione stilistica dell’artista e ne testimoniano l’impronta indelebile nell’arte e nell’architettura del Novecento.

Francesco Arata (1890-1956) in gioventù lavora come aiuto-scenografo alla Scala e collabora con i migliori architetti milanesi del tempo (Giovanni Muzio, Giovanni Greppi); con la maturità si dedica esclusivamente alla pittura e frequenta il Circolo artistico-letterario di Bagutta a Milano e la Scuola di Burano a Venezia. Viene ammesso ad esporre alle Biennali di Venezia del 1930, 1936, 1940 ed alle Quadriennali di Roma del 1931 e 1939. Poche ma di notevole pregio le opere architettoniche, tra cui il Municipio di Castelleone (1935) sito a 100 metri dalla casa-museo.

Per la giornata del 26 maggio l'intera dimora è visitabile gratuitamente, con obbligo di prenotazione, CLICCANDO QUI.

  • Villa Balestreri a Isola Dovarese

Villa Balestreri

La dimora, fondata nel 1926, è una casa padronale di tenutari agricoli, che conserva arredi originali, affreschi e ritratti, e un museo della storia della famiglia, con foto dagli anni Venti e cimeli, abiti da ballo e da sposa, oggetti per il teatro, documenti, foto in bianco e nero, oggetti per fare sport, foto della cascina e della filanda della seta. Il tutto narrato dai proprietari, con un focus principale sul primo Novecento. In stile tardo Liberty, con affreschi decorativi, vetrate coloratissime, bow window all'inglese, esprime un fascino in dialogo con la natura rigogliosa del parco, dove piante ad alto fusto e rose rampicanti convivono secondo la moda romantica, e una collezione di rose antiche e moderne si dispone lungo i sentieri sinuosi nel verde, all'ombra di lunghi pergolati di glicini. Un vero giardino segreto, con scorci inattesi e fiori, da girare con una mappa, cercando le rose più rare.

Inoltre, nella cascina accanto alla villa, sarà aperto il museo della civiltà contadina (Ecomuseo Isola), a cura dei volontari dell'Auser Insieme, che saranno le guide di un affascinante percorso nell'abitazione dei contadini, nella dignità sapiente del vivere di una volta, con suppellettili e abiti, bici da venditori ambulanti, dispensa per il cibo, perfino un'aula di scuola. I volontari gradiranno un'offerta libera per il loro fantastico ed essenziale impegno per la riuscita della giornata.

Per la Giornata Nazionale ADSI del 26 maggio, Villa Balestreri aprirà alle visite il suo piano terreno con il salone e la sala da pranzo, gli ambienti di servizio, fatti come le dimore inglesi; qui si trova un museo della famiglia con visita guidata. Saranno inoltre visitabili il rigoglioso parco con il roseto e aprirà l'Ecomuseo nella cascina della proprietà, con visita guidata nelle case contadine di primo Novecento. Le prenotazioni, gratuite e obbligatorie, si effettuano CLICCANDO QUI. Parcheggio disponibile fino ad esaurimento in via Cairoli 32 (cascina Concessione- Ecomuseo Isola)

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali