Eventi
Dal 27 al 29 maggio

"Formaggi e sorrisi": a Cremona prodotti caseari, eccellenze gastronomiche e degustazioni

Rolfi: "Territorio cremonese fulcro della produzione casearia".

"Formaggi e sorrisi": a Cremona prodotti caseari, eccellenze gastronomiche e degustazioni
Eventi Cremona, 23 Maggio 2022 ore 09:08

A Cremona dal 27 al 29 maggio la seconda edizione di Formaggi e sorrisi: "Un evento che veicola tradizioni e valorizza le eccellenze.

A Cremona "Formaggi e sorrisi"

La seconda edizione di 'Formaggi e Sorrisi - Cheese & Friends Festival' si terrà nel centro storico di Cremona dal 27 al 29 maggio 2022.

I visitatori potranno scoprire i migliori prodotti caseari italiani che saranno affiancati da eccellenze gastronomiche ad essi abbinabili - come composte, marmellate, mostarde - accompagnate da un ricco palinsesto di appuntamenti, showcooking, degustazioni e costruzioni di formaggio.

"Formaggi e Sorrisi è un'iniziativa - spiega Attilio Fontana, presidente della Regione Lombardia - che ci dà l'occasione di tornare a godere degli eventi in presenza, in sicurezza, ma soprattutto di celebrare le eccellenze del nostro territorio".

"Cremona - ha proseguito - è ancora una volta al centro del gusto, dopo la Festa del Torrone, questa è la volta dei formaggi, una delle eccellenze della nostra regione e del Paese intero. Abbiamo svariate qualità di questo prelibato alimento, con Grana Padano e provolone in testa".

"Auguro quindi un grande successo a questo festival- ha concluso il Governatore - che ci consente di veicolare le nostre tradizioni e valorizzare le nostre eccellenze gastronomiche".

La vocazione casearia di Cremona

"Il territorio cremonese - sottolinea Fabio Rolfi, assessore regionale all'Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi è il fulcro della nostra produzione casearia. Una provincia da cui provengono il 50% del Provolone Valpadano e oltre un sesto del totale nazionale delle forme di Grana Padano. La Regione Lombardia crede dunque nella città come vetrina speciale dei nostri formaggi di eccellenza".

"Il coinvolgimento di tutto il territorio, oltre al sostegno degli enti istituzionali - prosegue Rolfi - è il punto di forza di questa manifestazione. Serve un nuovo modo di comunicare il valore dei prodotti agroalimentari, raccontando la storia, la qualità e la sicurezza alimentare che sanno garantire in una chiave innovativa e attenta alle giovani generazioni, con un abbinamento alle altre eccellenze di Cremona, sia gastronomiche che culturali. Ringrazio dunque gli organizzatori. L'edizione 2022 darà un forte segnale a tutto il comparto e la Regione Lombardia non poteva far mancare il proprio contributo".

Formaggi e specialità dei territori producono attrattività

"Scoprire la Lombardia attraverso le sue eccellenze enogastronomiche - commenta Lara Magoni, assessore regionale al Turismo e Marketing Territoriale - è un viaggio fantastico che unisce i territori e tradizioni custodite con amore. La ricercatezza e la qualità dei nostri prodotti derivano da mestieri antichi e del sapiente lavoro tramandato di generazione in generazione. Formaggi e prelibatezze enogastronomiche stanno diventando sempre di più uno strumento di marketing territoriale e di promozione turistica per i nostri territori, un volano strategico per l'economia e l'occupazione dei tanti piccoli borghi della Lombardia".

"Da sempre turismo ed enogastronomia - dice ancora Magoni - sono un connubio vincente che permette al turista di vivere un'esperienza da ricordare nel tempo, unendo arte, tradizione, cultura, sapori e specialità alimentari che solo l'Italia e la Lombardia possono offrire"'.

Vocazione agricola ed agroalimentare

"Il territorio della provincia di Cremona - evidenzia Paolo Mirko Signoroni, presidente Provincia di Cremona - da sempre è caratterizzato da forte vocazione agricola ed agroalimentare, dal settore zootecnico da latte a quello della carne, dalla cerealicoltura all'ortofrutta, con eccellenze produttive dal Cremasco al Cremonese e Casalasco, che si diversificano nelle differenti filiere, con un importante indotto. In particolare, quella lattiero-caseario, vanta prodotti e DOP noti in tutto il mondo, dove qualità, tradizione, salubrità e benessere sono i pilastri che la sostengono, unitamente alla continua ricerca, innovazione e formazione scolastica, grazie alla presenza di realtà come l'Istituto Superiore Stanga e la Scuola Casearia di Pandino".

Raccontare una terra attraverso i suoi formaggi

"Questa iniziativa - chiosa Barbara Manfredini, assessore al Turismo, Commercio e Sicurezza del Comune di Cremona - è un felicissimo ritorno per un festival che racconta attraverso i formaggi la tradizione della nostra terra. La nostra città sta investendo molto insieme alle istituzioni, alle università, al ministero degli esteri e Regione Lombardia per un centro di innovazione agrozootecnica alimentare che unisce tutte le eccellenze del nostro territorio. Formaggi e Sorrisi é una food experience".

"Il Grana Padano Dop è il frutto dei luoghi in cui è lavorato. Ogni passaggio della filiera utilizza esclusivamente materie prime del territorio di produzione - afferma Renato Zaghini, presidente Consorzio Tutela Grana Padano - ed eventi come 'Formaggi & Sorrisi' sono una preziosa vetrina di queste peculiarità".

"Il Provolone Valpadana si fa promotore di questa iniziativa che - dice Libero Giovanni Stradiotti, presidente Consorzio Tutela Provolone Valpadana - unisce un formaggio espressione del territorio con le bellezze artistiche e culturali. E tutto questo a Cremona, che può essere considerata una delle terre di elezione nella produzione del latte e dei suoi trasformati più nobili, rappresentati dai formaggi ad indicazione geografica (DOP, Denominazione di Origine Protetta, IGP, Indicazione Geografica Protetta e STG, Specialità Tradizionale Garantita), sempre più presenti ed apprezzati non solo sulle tavole nostrane, ma anche all'estero".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter