Vanoli sconfitta a Sassari: la Dinamo Banco di impone 84-74

Ai biancoblu non è riuscita l’impresa di espugnare il PalaSerradimigni.

Vanoli sconfitta a Sassari: la Dinamo Banco di impone 84-74
Cremona, 31 Dicembre 2019 ore 09:08

BANCO DI SARDEGNA SASSARI-VANOLI CREMONA 84-74

Parziali  21-22, 38-44, 63-59.

BANCO DI SARDEGNA SASSARi: Spissu 5, Mc Lean 1, Bilan 15, Bucarelli, Devecchi ne, Evans 25, Magro ne, Pierre 16, Gentile n.e, Vitali 6, Jerrels 16 All. Pozzecco

VANOLI CREMONA: Saundrers 12, Mathews, Zanotti n.e., Sanguinetti, Diener n.e., Ruzzier 9, Sobin 10, Richardson 12, De Vico 4, Happ 17, Palmi, Akele 10. All Sacchetti

La Vanoli Cremona non è riuscita a compiere l’impresa di espugnare il PalaSerradimigni di Sassari. Ha ceduto 84-74 contro il team di coach Pozzecco che ha colto la sua sesta vittoria consecutiva. Il 2019 si è chiuso con una doppia sconfitta per Ruzzier e compagni. La prima gara del nuovo anno, al PalaRadi contro Brindisi, coinciderà con il termine del girone d’andata.

Gli ospiti hanno mostrato l’orgoglio sino alla fine e sono stati frenati  dalle frequenti decisioni sfavorevoli degli arbitri che tra l’altro hanno assegnato ben 34  tiri liberi ai padroni di casa e solo 14 ai cremonesi. Sin dall’inizio i locali servono sotto canestro Bilan ed Evans che sono autentiche spine nel fianco per la difesa di Cremona. I lombardi si affidano al tiro da tre punti e ne centrano due con Akele. A parte un vantaggio di 5 lunghezze degli ospiti le due contendenti sono attaccate e la Dinamo passa in testa al 5’ 13-12.

I biancoblu agiscono in contropiede con Saunders lanciato da Ruzzier. 21-22 al 10’. Saunders è parecchio brillante e per i canestri subiti in transizione, coach Pozzecco chiama time-out. Il match è sempre in equilibrio. Entra Mathews ma per pochi istanti. Sassari ha preso le misure ed Happ ha 3 falli a carico  ed è  in panchina, l’attacco è più prevedibile. Due “triple” consecutive di Richardson e Ruzzier distaccano la compagine di coach Sacchetti che chiude all’intervallo avanti 44-38. Per i padroni di casa 10 su 18 nei tiri liberi. Evans e Bilan sono pericolosi in attacco e costringono la retroguardia cremonese a commettere fallo. E’ Happ ad emergere 46-50 al 25’- Doppia “tripla” di Pierre ma la Vanoli non si spaventa.

La partita è intensa ed ha una fase contraddistinta da errori al tiro da ambo le parti. 59-57 al 28’. I lunghi della Dinamo bloccano i tiratori avversari soprattutto da sotto canestro. 63-59 al 30’ con 24 tiri liberi di Sassari contro i soli 5 di Cremona. Jerrells dà il più 8 ai suoi e la quarta tripla di Pierre spingono avanti i locali 71-59 al 33’. Saunders ridà coraggio ai suoi 71-64 al 35’.  E’ la maggiore fisicità dei sassaresi a fare la differenza con Evans su tutti autore di 25 punti. Nessuna tripla realizzata dalla Vanoli in tutta la ripresa. Si vede il “cuore” della compagine di coach sacchetti con Sobin che si riporta a meno 6 ad un minuto dalla fine. Ma si chiude qui.

La Vanoli Cremona ha fallito il primo match point per entrare tra le prime otto della classifica e quindi alle finali di Coppa Italia di metà febbraio a Pesaro. Sarà dunque decisiva la partita del PalaRadi del 6 gennaio contro Brindisi.  Saranno da tenere in considerazione anche i confronti e scontri diretti tra le pretendenti. Roma è già out perché nel prossimo turno riposa. Venezia, gioca in trasferta contro la lanciatissima Germani Brescia. Cantù è di scena a Milano contro l’Olimpia che vuol chiudere bene il girone ascendente e l’Openjobmetis Varese è impegnata nell’ostico PalaVerde  di Treviso. Testa a testa tra Fortitudo Bologna e Reggio Emilia con una delle due contendenti che resterà fuori. Sarà una giornata da vivere intensamente per gli appassionati.

Intanto Buon Anno a tutti!

Marco Ravara

(Foto di copertina: Vanolibasket.com)

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news regionali
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia