Sport

Vanoli Cremona: è lotta fino alla fine, poi la spunta Pesaro

La Carpegna Prosciutto vince all'overtime 95-83. Biancoazzurri fortemente penalizzati dalle assenze.

Vanoli Cremona: è lotta fino alla fine, poi la spunta Pesaro
Cremona, 01 Novembre 2020 ore 21:17

Nel match tra Vanoli Cremona e Carpegna Prosciutto vince Pesaro all’overtime 95-83. Biancoazzurri fortemente penalizzati dalle assenze.

CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO-VANOLI CREMONA 95-83 dopo 1 t.s.

Parziali 13-18,  40-25, 59-52, 76-76

CARPEGNA PROSCIUTTO PESARO: Drell 2, Cain 12, Filloy 4, Delfino 16, Robinson 7, Massenat 21, Tambone 10, Basso,  erpilli n.e, Filipovity 16, Zanotti 7, Mujankovic n.e. All. Jasmin Repesa

VANOLI CREMONA: Poeta 6,  Mian 25,  TJWilliams ne, Hommes 24, Lee 10, Trunic 1,  Dronda, Palmi 13,  Cournooh 4, Gallo, Marchetti ne. All. Paolo Galbiati

Vanoli Cremona, è lotta fino alla fine

La Vanoli Cremona, sconfitta 95-83 dopo un tempo supplementare all’Adratic Arena di Pesaro dalla Carpegna Prosciutto, è stata fortemente penalizzata dalle assenze. Nella settimana che ha preceduto il match, ci sono state difficoltà negli allenamenti per infortuni vari. I biancoazzurri  si sono presentati al Palasport marchigiano privi di Jarvis Williams risultato positivo ai tamponi pre-covid, quindi rimasto a casa. TJ Williams era  in panchina per onor di firma non avendo recuperato il duro colpo al labbro con punti di sutura subìto domenica scorsa a Trento. Eppure la cosa positiva è stata la grande rimonta che ha operato il team di coach Galbiati quando ormai sembrava defunto. La Vuelle è crollata psicologicamente ed il match si è arreso nel finale dei tempi regolamentari e poi nell’overtime.

Primo Quarto

La Vanoli Cremona dopo l’equilibrio iniziale si procura falli in fase di tiro e grazie alla precisione dalla lunetta si porta avanti 15 a 9 al 7. Mian infila 11 punti ed i lombardi gestiscono  la situazione sino al 10’ sul 13-18.

Secondo Quarto

La seconda frazione è da incubo per i cremonesi. Realizzano solo 7 punti. Pesaro viceversa cresce di tono. Dopo essersi messo in scia agli avversari li supera di slancio con la prima “tripla” di Tambone 24-22 al 15’ Si sbloccano i marchigiani dalla lunghissima distanza soprattutto con  Massenat:  27-22 al 16’. Cremona non trova più la via del canestro su azione ma solo dalla lunetta e 40-25 all’intervallo con un parziale favorevole ai locali di 10-0.

Terzo Quarto

Coach Galbiati fissa la difesa a zona prima più stabile poi mobile e Pesaro va in tilt. La Vanoli, infatti, ha pescato energia dal suo serbatoio che sembrava vuoto. Ritrova canestri da tre punti con Mian, Hommes ed una di Palmi e 57-52 con la partita che si riapre sul 59-52 al 30’.

Quarto periodo

Cremona ha più fiducia in se stessa. Lee si muove meglio sotto canestro rispetto ai minuti precedenti 64-61. Mian è incontenibile. Carlos Delfino fa valere la sua esperienza e con Filippovity riallunga Pesaro. Gli ospiti rispondono da 3 punti 72 pari. 74-73 ad 1’15 dalla sirena. Hommes opera il sorpasso con la tripla 74-76. Cain non trova il canestro da sotto ma il fallo ed impatta dalla lunetta. L’ultimo tentativo di Hommes dalla lunghissima distanza è fallito ed overtime 76-76

Tempo Supplementare

Cremona è sfavorita nel supplementare perché Lee e Cournooh sono out per 5 falli. I ragazzi di coach Galbiati provano a restare in partita, stringono i denti sino praticamente alla metà (83-80)  poi due triple d’esperienza di Carlos Delfino ed una di Robinson chiudono definitivamente il discorso.

Domenica, Covid 19 permettendo, la Vanoli Cremona ospiterà al Palaradi l’Acqua San Bernardo Cantù, ferma da due turni.

Marco Ravara

(Foto di copertina: vanolibasket.com)

Top news regionali
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia