Sport

La Vanoli Cremona torna da Bologna sconfitta 79-56 dalla Virtus Segafredo

I biancoazzurri cedono nettamente alle forti "V Nere".

La Vanoli Cremona torna da Bologna sconfitta 79-56 dalla Virtus Segafredo
Cremona, 10 Settembre 2020 ore 07:36

La Vanoli Cremona torna da Bologna sconfitta 79-56 dalla Virtus Segafredo nella penultima partita del girone B di Eurosport Supercoppa 2020.

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA-VANOLI CREMONA 79-56

Parziali 19-15, 44-30, 57-43.

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA: Abass 2,  Markovic 5, Adams 10, Tessitori 20, Ricci 2, Nikolic 2,  Pajola 2, Alibegovic 9, Hunter 13, Weems 8, Teodosic6, Gamble. All Djordjevic

VANOLI CREMONA: TJ Williams 11, Lee 5, J Williams 7, Mian, Palmi 10, Poeta 8, Cournooh 6, Donda, Hommes 9. Feraboli, Trunic  e Gallo ne  All Galbiati

La Vanoli Cremona torna da Bologna sconfitta 79-56 dalla Virtus Segafredo

La Vanoli Cremona cede nettamente 56-79  alla forte Virtus Segafredo Bologna che, in pratica, gli dà l’accesso, alle Final Four della Eurosport Supercoppa Italiana 2020. I cremonesi, non danno troppo peso all’esito del match. Coach Galbiati e lo staff tecnico in questo momento, pretendono dai giocatori, passi in avanti rispetto alle gare precedenti.  In attacco non ci devono essere troppi palleggi e soluzioni personali, ma bisogna sempre avere ritmo, per non dare modo all’avversario di prendere il sopravvento. Questo sarà un po’ la chiave principale della stagione biancoazzurra.

La gara

Le forti “V Nere” dovevano assolutamente riscattarsi dopo il passo falso contro la Fortitudo,  per ritrovare la mentalità vincente, forza e compattezza di gruppo. L’hanno fatto alla grande, con Teodosic, “direttore d’orchestra”,  con 13 assist personali. Cremona fatica a trovare la via del canestro dopo il suo vantaggio iniziale 3-6. I locali infilano un parziale di 10-0 sino al 5’. Teodosic, star delle V Nere è super motivato. La Vanoli prova a sistemare l’equilibrio nel suo quintetto. Dopo il 17-6, Hommes interrompe il digiuno con una doppietta da tre punti, seguito da Palmi e 19-15 al 10’ con 5 su 12 da tre. La frazione si chiude con una spettacolare stoppata di Jarvis Williams.  I biancoazzurri restano a contatto della Segafredo per tre minuti. Poi i locali alzano il livello difensivo e l’attacco si illumina con l’asse  Teodosic – Hunter. 44-30 all’intervallo.

Cremona ha problemi con i falli. I felsinei partono forte infilano un parziale mortifero e Cremona è a meno 22 al 23’. A questo punto esce Teodosic ed i suoi accusano un periodo di pausa. Ne approfitta Cremona per limitare i danni con Jarvis Williams in evidenza:  57-43 al 30’. Per la Segafredo è tutto tranquillo, segna con continuità, difende molto: 69-47 al 34’. La gara non ha più storia e, a giochi fatti, coach Galbiati, fa altre prove tattiche.

Per il sodalizio del Patron Aldo Vanoli il cammino è ancora lungo. C’è tanto impegno da parte di tutti ma non bisogna dimenticare che, a parte due elementi di caratura come Poeta e Mian ci sono otto giocatori emergenti. La necessità è trovare tutti gli equilibri, aspetto che si sta cercando ogni giorno. In questa manifestazione non c’è  la pressione di ottenere ad ogni costo il successo. L’obiettivo è diventare squadra il prima possibile, mantenendo la stessa concentrazione e la stessa intensità per tutti i quaranta minuti  di gioco.

Domenica la Vanoli Cremona chiuderà la fase a gironi ospitando al PalaRadi la Fortitudo Bologna di coach Meo Sacchetti.

Marco Ravara

(Foto di copertina: vanolibasket.com)

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news regionali
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia