CREMONA

La Vanoli Cremona torna alla vittoria, al PalaRadi si impone sull'Umana Venezia 92-90

I padroni di casa si rimettono in corsa per l’obiettivo salvezza

La Vanoli Cremona torna alla vittoria, al PalaRadi si impone sull'Umana Venezia 92-90
Pubblicato:

VANOLI CREMONA-UMANA REYER VENEZIA 92-90

Parziali: 24-20, 42-42, 59-72

VANOLI CREMONA: Pecchia 5, Denegri 23, Piccoli, Zanotti, Lacey 18, Adrian 9, Golden 4, Mc Collough 18, Eboua 6, Davis 9.  All. Cavina

UMANA REYER VENEZIA: Spissu 8, Casarin 9, Heidegger 18, De Nicolao 1, O’ Connell, Kabengele 7, Simms, Tucker 16, Tessitore 10, Wiltjer 21, Janelidze e Vanin ne. All. Spahija

Vanoli Cremona-Umana Reyer Venezia 92-90

La Vanoli ha finalmente interrotto al PalaRadi la serie negativa di sei sconfitte (le ultime tre consecutive) che dalla zona play-off, l’ha spinta verso il basso. Ha superato, davanti al pubblico amico, l’Umana Reyer Venezia, seconda in graduatoria, per 92-90. E’ stata una gara molto intensa sul piano agonistico e fortissima emotivamente. La compagine di coach Cavina l’ha voluta vincente a tutti i costi dal primo all’ultimo secondo. I cremonesi hanno avuto il merito di non disunirsi, quando gli ospiti nel terzo periodo, hanno guadagnato 15 punti di distacco. Cremona, si rimette in corsa per l’obiettivo salvezza.

Il match

Parte bene la Vanoli Cremona mette da subito  la sua impronta sulla gara: in difesa contiene i primi attacchi degli avversari, concretizzandoli in attacco  in particolare con Denegri 17-4  al 5’. Venezia si sblocca, nonostante abbia out coach Spahija per doppio tecnico, con un parziale di 10-0: 22-18 al 9’. 24-20 al 10’ con parecchi palloni persi da ambo le parti. L’Umana Reyer commette vari errori in avanti e Mc Cullough sigla da tre punti 27-20. Troppo nervoso Lacey che non accetta decisioni arbitrali e commette tre falli. 33-22 per i biancoazzurri al 13’ con i lunghi avversari ben contenuti sotto canestro  dalla retroguardia. 35-29 al 15’. Tucker fa valere le sue grandi doti atletiche segna 5 punti 38-35 al 17’. Si va al riposo sul 42 pari.

“Doppio play” per coach Molin e la scelta da ottimi frutti. 45-51 al 23’ Il protagonista assoluto del periodo è Heidegger che infila ben 5 su 6 da tre punti e porta avanti Venezia dal 27’ in poi prima a più 10 e poi 59-72 al 30’. Cremona fatica a tenere testa agli ospiti che fanno valere la loro forza. Molto bene Mc Cullough ma non basta. Finalmente Lacey è incontenibile , segna 14 punti e costringe il  coach di Venezia a cambiare i piani. 74-77 al 34’ I veneti impattano al 37’ 80-80. Tucker segna 5 punti 82-85 al 1’50” fine. Davis e Denegri fanno il 88-87 a 43” fine. Adrian commette il quinto fallo ma Tessitori sbaglia i tiri liberi; li segna invece Denegri 90-87 a 25”.  90-89 poi Denegri commette fallo su Heidegger che sbaglia il tiro. 92-90 negli  ultimi istanti di match.  Recupera palla Tucker ma la sua “bomba” a fil di sirena colpisce il ferro

Marco Ravara

(Foto di copertina: Ufficio Stampa Vanoli Basket Cremona)

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali