Sport
Sport

La Vanoli Cremona domenica sfida al PalaRadi l'Armani Milano

L’Olimpia è capolista assoluta e a punteggio pieno in campionato.

La Vanoli Cremona domenica sfida al PalaRadi l'Armani Milano
Sport Cremona, 05 Novembre 2021 ore 12:17

Se si guarda la realtà, la Vanoli Cremona non ha alcuna speranza domenica (palla a due alle ore 17.30) al PalaRadi di spuntarla contro l’Armani Exchange Milano.

La Vanoli Cremona domenica sfida al PalaRadi l'Armani Milano

L’Olimpia, infatti, è capolista assoluta a punteggio pieno in campionato ed è reduce dalla sfida al vertice del Filaforum con il Barcelllona in una Eurolega che ha manifestato quest’anno un livello tecnico superiore alle precedenti edizioni. L’Armani ha quale primario obiettivo il raggiungimento delle final-eight. Milano ha un volto e precisi principi in questa stagione 2021-2022. Per questo ha mantenuto intatto il nucleo del gruppo di quella passata.

Gli avversari

Ha stelle come Shields Hines, Rodriguez, Delaney e Datome alle quali ha aggiunto Mitoglou, Nicolò Melli per avere più soluzioni tra i lunghi. E tutto è stato completato da forze fresche e di qualità: Devon Hall e Jerian Grant sono forti, il gruppo di italiani è stato rinforzato con l’arrivo dell’ex Vanoli “Pippo” Ricci uno che sul parquet dà sempre il massimo ed i tifosi se ne sono accorti da subito. Sono rimasti anche Tarczewski e Biligha. Hanno cambiato casacca Roll, Brooks, Punter, DeLay, Micov e Cinciarini.

Coach Messina ha a disposizione una rosa molto ampia praticamente di eguale livello ed equilibri. La società ha un’organizzazione di tipo europea. C’è un’atmosfera particolare ed un modo altamente specifico nella preparazione delle partite. Chi gioca nell’Armani sa che deve responsabilizzarsi al massimo perché si deve sempre vincere e psicologicamente non è cosa facile.

La Vanoli Cremona pur con morale alto per il successo esterno del turno precedente all’Unipol Arena di Bologna contro Reggio Emilia, deve invertire il trend interno che si è manifestato. Gli americani soprattutto Miller ed Harris devono segnare e portare punti alla squadra. Devono fare il loro lavoro e non essere superati dagli italiani. Ciò non deve più accadere. I biancoblu cercheranno di mettere in risalto la loro velocità ed imprevedibilità nei cambi di ritmo. Solo così potranno uscire dal match a testa alta. In settimana hanno lavorato per sistemare tanti piccoli dettagli da  tener presente nell'arco delle partite. Il gruppo sta crescendo, compresi quei giocatori che hanno accumulato qualche ritardo in fase di preparazione.

Una nota. Dal prossimo anno in EuroLega non ci si accederà per merito sportivo. Tuttavia l’Olimpia Milano (come del resto le altre compagini della maggiore rassegna continentale) dovrà per tempo programmare il suo immediato futuro. Cambierà un po’ tutto il discorso in Europa. I club entreranno in un sistema che dovrà essere sostenibile da  tutti. Prima dovranno guadagnare le società e poi i  giocatori, gli allenatori e di conseguenza gli agenti.

Marco Ravara