SPORT

La Juvi Ferraroni cade al PalaRadi contro Riviera Banca Rimini 58-64

Gli oroamaranto hanno molto sofferto la fisicità e la compattezza degli avversari

La Juvi Ferraroni cade al PalaRadi contro Riviera Banca Rimini 58-64
Pubblicato:

JUVI FERRARONI - RIVIERA BANCA RIMINI 58-64

Parziali: 15-14, 24-34, 44-56

JUVI FERRARONI: Costi 2, Vincini 2, Shaid 14, Cotton 13, Magro 6, Musso 3, Timperi 6, Sabatino 7, Tortù 5, Benetti, Grassi e Biaggini ne. All. Bechi Luca

RIVIERA BANCA RIMINI: Tassinari 5, Marks 8, Grande, Anumba 10, Tomassini 13, Scarponi 2, Masciardi 5, Justin Johnson 13, Simioni 6, Pellegrino 2, Abba Adamu ne. All. Dell’Agnello Sandro

Juvi Ferraroni-Riviera Banca Rimini 58-64

Alla Juvi Ferraroni, non è riuscito il “doppio colpo”! Al Palaradi, contro Riviera Banca Rimini, i  cremonesi hanno si festeggiato la matematica permanenza in serie A2 nella prossima stagione 2023-2024 ma non hanno colto quel successo che avrebbe loro fatto ipotecare i play-off. La compagine di coach Sandro Dell’Agnello si è imposta 64 a 58, grazie ad un’ottima prestazione difensiva.

La Ferraroni ha messo a referto il record negativo di punti realizzati in casa e questo la dice lunga sull’atteggiamento offensivo degli uomini di coach Bechi. La Juvi Ferraroni, ha molto sofferto la fisicità e la compattezza degli avversari.

Il match

Il primo quarto è stato parecchio condizionato da tanti errori al tiro da ambo le parti. Oroamaranto positivi in difesa. Al 3’ 4-0. I romagnoli eseguono passaggi offensivi con sufficienza, la Juvi Ferraroni approfitta per recuperare palloni e allungare 10-4 al 7. I locali poi si afflosciano e ne approfitta Rimini per rimontare e 15-14 al 10’.

Gli ospiti vanno  in testa al 12’ 15-16. Tra gli juvini si mette in luce Sabatino che sigla 7 punti e impatta 20-20. Controbatte Johnson e al 15’ con sul parquet sia Shaid che Sabatino Rimini va avanti 20-24. La retroguardia cremonese spesso si apre e lascia varchi per le penetrazioni di Anumba che fa la voce grossa e 23-28 al 16’. Costi commette il terzo fallo e coach Bechi, che non dispone dell’infortunato Benetti , fa fare gli “straordinari” a Tortù.

La difesa della Ferraroni è statica e la Riviera Banca si distacca nettamente prima dell’intervallo sul 24-34. I biancorossi non abbassano il ritmo e avanzano a più 14, sfruttando bene sul piano fisico i mis-match. Va presto in “bonus” la Juvi con vari falli e una “tripla” di Johnson frutta il 27-43 al 23’ . parziale di 6-0 per Rimini: 33-43 al 25’. La Juvi Ferraroni prova a recuperare ma Rimini la tiene a distanza e 44-56 al 30’. Cotton e compagni hanno una buona reazione, tentano il tutto per tutto per riagguantare Rimini. Arrivano sino a meno 4 al 38’ sul 56-60 ma un canestro di Tomassini, pone fine al discorso.

Marco Ravara

(Foto di copertina: Ferraroni JuVi Cremona 1952)

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali