Sport

Cremo sconfitta all'ultimo minuto a Cles contro il Cagliari | Forza Cremo

I grigiorossi, apparsi solidi e tenaci, perdono contro i gialloblù di Maran solo allo scadere. Buone risposte dal pacchetto difensivo, meno incisivi gli attaccanti.

Cremo sconfitta all'ultimo minuto a Cles contro il Cagliari | Forza Cremo
Sport Cremona, 27 Luglio 2018 ore 07:31

Cremo sconfitta all'ultimo minuto contro il Cagliari: i grigiorossi, apparsi solidi e tenaci

Cremo sconfitta all'ultimo minuto

Una Cremonese tenace e grintosa cede al Cagliari, formazione di Serie A, solo all'ultimo dei minuti di recupero. L'amichevole contro la squadra allenata da mister Rolando Maran si è giocata nel pomeriggio di giovedì 26 luglio sul campo sportivo di Cles, in provincia di Trento, ed è stata la seconda del ritiro estivo della Cremonese dopo quel 2-2 in rimonta ottenuto a Storo domenica 22 con doppietta di capitan Brighenti.

Buona prova in difesa

Mister Mandorlini schiera i suoi con un 4-3-3 che in fase difensiva diventa un 4-5-1 come d'abitudine con Ravaglia tra i pali, difesa con Mogos (all'esordio assoluto in maglia grigiorossa) a destra, Claiton e Marconi in mezzo, Migliore a sinistra; Castagnetti davanti alla difesa a dettare i tempi alla manvora, Greco e Croce ai suoi fianchi; davanti fiducia al tridente composto da Carretta-Montalto-Castrovilli.

Buona prova da parte del pacchetto difensivo, specialmente dei centrali, bravi ad opporsi alle sortite di Farias e Pavoletti, supportati da un Ionita pimpante schierato sulla trequarti pronto a svariare tra centrocampo e attacco. Pavoloso ha avuto solo una grossissima occasione da gol dopo una manciata di secondi dal via con un colpo di testa alto su cross di Padoin, poi è stato tenuto senza patemi.

Nella prima mezz'ora il Cagliari fa la partita, provandoci però solo con tentativi da fuori con Barella in sforbiciata e poi con un diagonale al volo di Castro abbondantemente a lato; più pericolosi i sardi verso il 45' con un insidioso tiro di Cigarini ben respinto da Ravaglia in corner, poi il portiere grigiorosso ancora determinante sull'incornata decisa ma centrale di Castro. Al 40' Renzetti subentra a Migliore per una gomitata subita al volto da parte di un avversario.

Secondo tempo

Nel secondo tempo solo due novità per i grigiorossi rispetto all'undici che ha terminato la prima frazione: dentro Arini e Strefezza al posto di Castagnetti e Castrovilli. Greco spostato in mezzo alla regia, apparso più brillante in quella posizione che da interno di centrocampo. Cagliari completamente rivoltato con i soli Padoin e Ionita reduci dal primo tempo: in porta Rafael per Cragno, in difesa, oltre all'ex Juventus, Andreolli e Capuano centrali e Pajac a sinistra; a metà campo Dessena a destra, Colombatto in mezzo e Deiola a sinistra, poi Ionita dietro alla coppia Sau-Han. Ritmi ancora blandi, la Cremonese riesce a tenere il campo in maniera dignitosa, rischiando ancora poco o nulla. Brividi al 54' per un tiro rimpallato di Strefezza, ma al quarto d'ora botta di Dessena dalla parte opposta e palo pieno colpito dal capitano 31enne. Fino a poco dopo l'80' poco da segnalare, se non una serie infinita di sostituzioni: tra i grigiorossi Volpe, Boultam, Brighenti, Picchi, Amadio e Missaglia entrano per Ravaglia, Carretta, Montalto, Croce, Greco e Mogos. C'è tempo per un tiro di Ionita neutralizzato da Volpe.

Cremo rintanata dietro, gli attaccanti sono fuori dai giochi fino all'85', quando il primo pallone toccato da Brighenti quasi si trasforma in oro: contropiede micidiale, il capitano invece di calciare sceglie di appoggiare a destra per il liberissimo Boultam (schierato esterno offensivo alla Macek) sulla fascia opposta, ma la misura dell'assist è sbagliata e sfuma l'occasione. Forni rileva Claiton, così l'unico grigiorosso rimasto dal 1' è Marconi. Nel recupero i sardi passano con il veterano Sau, che sfugge alla marcatura, supera Volpe con uno scavetto e appoggia in rete. Sembrava ormai fatta per il pari a reti bianche, invece la Cremo esce da Cles con una sconfitta immeritata contro una formazione di categoria superiore. Ed è sempre una beffa incassare gol negli ultimi istanti del match.

FONTE:  cuoregrigiorosso.com

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!