Menu
Cerca

Cremo, presentati Radunović e Del Fabro

Gli ultimi due acquisti del mercato grigiorosso presentati ieri pomeriggio al Centro Arvedi.

Cremo, presentati Radunović e Del Fabro
Sport Cremona, 04 Agosto 2018 ore 10:18

Cremo, presentati Radunović e Del Fabro al centro Arvedi.

Cremo, presentati Radunović e Del Fabro

Si concludono (per il momento) le presentazioni alla stampa dei nuovi acquisti del calciomercato della Cremonese con il portiere Boris Radunović e il difensore Dario Del Fabro, provenienti in prestito rispettivamente dall’Atalanta e dalla Juventus. «Due giocatori Under con esperienze importanti in Serie B», così ha introdotto la conferenza il ds grigiorosso Leandro Rinaudo:

“Del Fabro ha anche esordito in A sei anni fa, Radunović ha trovato continuità in B nelle ultime due stagioni. Grazie perché hanno scelto questa piazza con una storia prestigiosa, sono sicuro che daranno il contributo alla squadra e che sarà un bel passo nel loro percorso di crescita”.

Boris Radunović

Visibilmente contento per la nuova avventura il portiere Radunović, che era ad un passo dal ritorno alla Salernitana ma alla fine ha scelto Cremona:

“Le parole del direttore Rinaudo sono state decisive per il mio trasferimento in grigiorosso, e grazie anche all’Atalanta che era d’accordo per questa destinazione. Sono contento di essere qui, già dal primo giorno mi sono accorto che è una buonissima squadra. Da due stagioni gioco con continuità, voglio continuare il percorso di crescita intrapreso con Avellino e Salernitana”.

Quasi 70 presenze in B in due campionati per il gigante serbo, che trova nel reparto anche Ravaglia e Volpe: “Sto bene con gli altri portieri, si cerca di creare una piccola famiglia con loro. Questo è un ruolo difficile, se sbaglia il portiere è gol praticamente sempre, bisogna restare concentrati al 100% in tutti i minuti delle partite”.

Qualche parola sul Centro Sportivo, lui che è passato anche da Zingonia: “È bellissimo, sarebbe adatto per una squadra di Serie A. È tutto bello e nuovo, proprio come a Zingonia». Il suo idolo, confessa, è l’interista Handanovic: “Da dieci anni gioca ad alti livelli, per me è il migliore”.

Dario Del Fabro

Sicuro di sé il difensore Del Fabro, che dimostra anche doti dialettiche non indifferenti:

“Anzitutto ringrazio il ds, la società e il mister per avermi voluto in questa società solida, e sono stati tutti aspetti determinanti per il mio trasferimento qui a Cremona. Lavoro alla giornata, allenamento dopo allenamento, non mi piace programmare la carriera, anzi ritengo che non possa nemmeno servire. Ora sono qui, sono contento e darò il meglio di me”.

Anche l’ex Cagliari è rimasto a bocca aperta davanti al Centro Sportivo: “È davvero valido, appena ho messo i piedi qui sono rimasto colpito positivamente. Mi ha ricordato molto quello inglese del Leeds, dove ho giocato. Mi dà un senso di familiarità”.

Arriva per occupare il ruolo di centrale: “Mi adatto alla difesa a quattro, posso giocare sia a destra che a sinistra, così come ho occupato anche tutti i ruoli della difesa a tre. Umiltà e spirito di sacrificio sono le mie caratteristiche, mi piace essere aggressivo, irruente, stare attaccato all’avversario per asfissiarlo”.

L’anno scorso è andata male col Novara: “Non meritavamo di retrocedere, ma purtroppo tra infortuni, squalifiche, difficoltà a livello mentale non riuscivamo più a vincere. Eppure ci mancava una sola vittoria per salvarci, ma non ci siamo riusciti”.

Ormai è proiettato sul nuovo campionato con la Cremo: “Ho trovato una grande famiglia, un gruppo coeso già dalla scorsa annata. I nuovi innesti si sono integrati subito bene, trovandosi a proprio agio; la squadra ci ha permesso di ambientarci in armonia. Lo staff è preparatissimo, speriamo di fare un’ottima stagione e centrare gli obiettivi prefissati”.

FONTE:  cuoregrigiorosso.com

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!