Chromavis Abo non si rialza: netto ko a Vigevano

Terza sconfitta consecutiva per la squadra di Giorgio Nibbio, battuta dalla “bestia nera” Florens Re Marcello.

Chromavis Abo non si rialza: netto ko a Vigevano
Crema, 11 Novembre 2018 ore 14:59

Chromavis Abo: terza sconfitta consecutiva per la squadra di Giorgio Nibbio, battuta dalla “bestia nera” Florens Re Marcello e in partita solamente nel terzo set, dove non ha sfruttato due distinte palle set prima di cedere ai vantaggi.

Chromavis Abo: ko a Vigevano

E’ sempre più crisi per la Chromavis Abo, caduta sabato pomeriggio a Vigevano sotto i colpi della Florens Re Marcello, che si conferma bestia nera con tre successi in altrettanti confronti nelle ultime due stagioni. Per Offanengo, dopo il primo ko per 3-1 a Busto e la sconfitta al tie break di domenica scorsa al PalaCoim contro Lecco, si tratta della terza sconfitta consecutiva in B1 femminile che non fa altro che alimentare il periodo-no di una squadra costruita con l’ambizione di centrare la serie A.

Prestazione incolore

In terra pavese ci si aspettava una reazione della squadra di Giorgio Nibbio, invece è arrivata nel complesso una prestazione incolore, sicuramente non all’altezza del potenziale della formazione cremasca e chiusa con un ko per 3-0. Un lampo in avvio di terzo set (1-5), poi notte fonda come testimonia il 25-15 che ha chiuso il primo parziale. Come un pugile alle corde, la Chromavis Abo è sprofondata ancora più giù, con un secondo set da incubo chiuso sul 25-8 dalle padrone di casa. L’auspicata reazione c’è stata nella terza frazione, con Vigevano più falloso e con Offanengo che ha provato disperatamente a stare in partita fino alla fine, puntando sugli attacchi al centro di Francesca Gentili (13 punti totali per lei) e ai lati di capitan Noemi Porzio (nove punti). La Chromavis Abo si è conquistata due distinte palle set, tutte annullate dalla Florens Re Marcello che poi, dopo la parallela vincente di Coulibaly, ha chiuso al primo match point sfruttando l’attacco out di Gentili, in precedenza uscita dal campo per un leggero malessere e poi rientrata nel rettangolo di gioco.

“Lavorare tanto”

Attacco e contrattacco hanno premiato Vigevano, con il terzo tocco della Chromavis Abo poco efficace, partendo da una ricezione spesso in difficoltà (sebbene con meno errori diretti) e comunque troppo spesso preda del muro avversario (11 block vincenti a 4), aspetto costante in queste tre sconfitte. Ma è nel complesso che Offanengo ancora non c’è, come testimoniano i primi due set di fatto non giocati. La fotografia la offre il direttore sportivo Stefano Condina con un lapidario commento. “Partita indegna, c’è solo da chiedere scusa e lavorare tanto”.
Per la Chromavis Abo, il prossimo appuntamento sarà domenica 18 novembre alle 18 al PalaCoim di Offanengo contro il Lilliput Settimo Torinese.

Florens Re Marcello Vigevano – Chromavis Abo 3-0
(25-15, 25-8, 27-25)
Florens Re Marcello Vigevano: Gullì 3, Coulibaly 16, Facendola 8, Mo 9, Milocco 13, Crotti 8, Giacomel (L). N.e.: Ghia, Faverzani, Trabucchi, Armondi, Magani. All.: Colombo
Chromavis Abo: Dalla Rosa 5, Gentili 13, Minati 3, Porzio 9, Cheli 4, Nicolini 1, Giampietri (L), Marchesi 1, Rancati, Raimondi. N.e.: Colombetti, Russo. All.: Nibbio
Arbitri: Mazzarà e Pasin

3 foto Sfoglia la gallery

La partita

La Chromavis Abo scende in campo con il 6+1 base: Nicolini in palleggio, Minati opposta, Porzio e Dalla Rosa in banda, Cheli e Gentili centrali e Giampietri libero. Vigevano risponde con la diagonale Gullì-Mo, con Milocco (compleanno) e Coulibaly in posto quattro, Facendola-Crotti coppia centrale e Giacomel libero.
Offanengo parte bene, trovando subito un buon vantaggio grazie all’ace di Gentili (0-3) e al contrattacco di Cheli (1-5). La Florens Re Marcello, però, non tarda a rispondere, pareggiando i conti a quota sei con due muri e un ace. Ancora la battuta scandisce la cronaca della prima parte del set: le cremasche riallungano con il servizio vincente di Cheli (6-8), con Milocco che rende pan per focaccia (8-8), poi è Crotti a graffiare dalla linea dei nove metri prima dell’attacco out di Minati: 11-9 e time out Nibbio. I fantasmi di Offanengo, però, iniziano ad affiorare e così le ospiti scivolano sotto 15-9 (Facendola a segno con un muro). Altro time out, poi la Chromavis Abo reagisce con il muro di Gentili e con due ace di Dalla Rosa (16-12), anche se è solo un fuoco di paglia, con Porzio e compagne che lasciano via libera alle padrone di casa (25-15).

Le cremasche accusano il colpo a livello psicologico e ripartono male nel secondo set (4-0). Coach Nibbio intuisce il pericolo e ferma il gioco, ma non riesce a tamponare l’emorragia di punteggio, che anzi si espande fino al 12-3, punteggio dell’ultima sosta discrezionale di Offanengo. In campo c’è solo Vigevano, che con il turno in battuta di Facendola viaggia indisturbata verso l’eclatante 25-8 che vale il 2-0.

Messa alle strette, la Chromavis Abo riesce finalmente a reagire in avvio di terzo set, restando attaccata nel punteggio (4-3). Sul 6-4 coach Nibbio tenta la carta del doppio cambio con Raimondi e Marchesi per Nicolini e Minati, con la giovane laterale (classe 2001) che firma un bel muro utile, insieme agli attacchi di Gentili,servita e trovata da Raimondi, per ribaltare la situazione (8-9). Ancorala bionda centrale bolzanina si fa sentire in prima linea (10-10), mentre Vigevano si affida a Coulibaly, autrice di una bella parallela che vale il 15-13. Time out ospite, rientra Nicolini, ma un attacco out di Marchesi (con cartellino giallo ospite per proteste) e un muro di Coulibaly regalano il break alla Florens Re Marcello (18-15). Gentili abbandona il campo per un malessere, venendo soccorsa dai sanitari, con Offanengo che prova a rispondere, ma è sempre a -3 (21-18, out Cheli). Rientra Minati, subito a segno, poi Porzio firma il -1, con l’operazione-rimonta completato dall’ace di Dalla Rosa a quota 22. E’ sempre il capitano ad andare a segno da posto quattro (rientrata Gentili nel frattempo), guadagnandosi il primo set point annullato dall’errore in battuta di Cheli dopo il time out di Colombo (24-24). Ancora Porzio va giù, ma Vigevano dice nuovamente no, poi decidono la parallela di Coulibaly e l’attacco fuori di Gentili: 27-25 e 3-0.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Top news regionali
Turismo 2020
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia