Quali banchi da lavoro acquistare e come risparmiare: la guida

Quali banchi da lavoro acquistare e come risparmiare: la guida
19 Maggio 2020 ore 10:00

È un pubblico composto da appassionati del fai da te come da professionisti quello dei banchi da lavoro, il cui successo è da ricondurre all’efficacia in molteplici frangenti. Sono uno strumento per operare in sicurezza e con il maggior comfort possibile su tantissimi progetti, da quelli di falegnameria ai cantieri. Ma quale banco acquistare, come individuare il più adatto e dove trovare le offerte migliori? Ecco risposte chiare e puntuali per fare la scelta d’acquisto più conveniente.  

Qual è il banco da lavoro più adatto per le proprie esigenze? 

Come per molti altri prodotti, prima di tutto vanno messe nero su bianco le proprie effettive esigenze. Perché acquistarlo? Da ciò dipendono numerosi aspetti, pensiamo al carico che dovrà affrontare il banco, l’estensione del piano su cui avvengono i lavori, gli strumenti da riporre nei vani del banco e quelli integrati all’interno dello stesso, eccetera. 

Passiamo allora in rassegna le principali tipologie di banchi da lavoro. Il banco da falegname si distingue per un peso notevole, associato a dimensioni tra le più generose nel settore. Il piano può raggiungere i 2 metri, mentre quanto a larghezza, si parte dai 50-60 centimetri. Servono di conseguenza contesti adeguati. Solitamente vengono implementati all’interno del banco degli strumenti deputati al serraggio, nonché vani in cui verranno collocati attrezzi e altre risorse utili all’attività di falegnameria. 

Ci sono diverse opzioni per quello che riguarda il materiale del piano del banco da meccanico: pannello di fibra a media densità (MDF), legno massello o semilavorati in legno. Decisiva è la portata. I modelli più solidi possono sopportare anche vari quintali. I modelli ben progettati fanno ricorso a mensole e altri attacchi per la collocazione degli strumenti. 

Alcuni contesti richiedono ai banchi da lavoro un impiego flessibile. In questo caso conviene usare un banco mobile. Perché? Ha ruote che agevolano lo spostamento e può essere usato sia in modo indipendente, sia insieme ad altri banchi più grandi. È compatto ma piuttosto capiente, con vari ripiani e cassetti. 

Se non c’è una specifica esigenza e si è alla ricerca della massima versatilità, la soluzione più indicata corrisponde ai banchi multifunzione

Obiettivo risparmio? Ecco le soluzioni per trovare i prodotti più convenienti 

Una volta individuata la tipologia di banchi da lavoro più appropriata, resta da trovare l’offerta migliore. Il risparmio è importante ma andrebbero considerate anche la resistenza e l’affidabilità del banco, che sarà inevitabilmente sottoposto a forti sollecitazioni. 

La soluzione? L’acquisto online presso i produttori, senza nessuna intermediazione e con la possibilità di appurare tutte le specifiche tecniche con il supporto di un’assistenza clienti preparata. Rivolgendosi all’azienda produttrice, il cliente può infatti risparmiare approfittando comunque di una proposta di qualità. 

È richiesta quindi un’attenta valutazione del venditore/produttore. Conviene rivolgersi solo a realtà autorevoli che hanno attivato semplici ed efficaci canali di vendita online (come ad esempio Castellani Shop). 

Top news regionali
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia