Unione dell'Alto Cremasco: difficile, ma non impossibile

Unione di Comuni nell'alto cremasco? Il sindaco di Capralba, Gian Carlo Soldati, non si tira indietro e si dice pronto a parlarne.

Unione dell'Alto Cremasco: difficile, ma non impossibile
Politica 18 Giugno 2018 ore 18:37

L’idea di formare un’Unione di Comuni è stata lanciata un paio di settimane fa dal consigliere sergnanese Mauro Giroletti e ha fatto molto discutere i sindaci della zona.

Unione, perché no?

Era stato il consigliere di minoranza sergnanese Mauro Giroletti ad avanzare l’ipotesi un paio di settimane fa. Secondo Giroletti, infatti, un’Unione di Comuni tra Sergnano, Camisano, Casale Cremasco e Castel Gabbiano potrebbe portare diversi vantaggi agli enti coinvolti.

Sindaci poco convinti, Soldati apre

I sindaci coinvolti, però, non si sono dimostrati particolarmente convinti. Aurelio Valerani, primo cittadino di Camisano, ha detto di non avvertire la necessità di un’Unione, mentre il collega casalese Antonio Grassi l’ha definita un’operazione difficile. Il sindaco di Capralba, invece, Gian Carlo Soldati, si è detto disposto a parlarne. Non si è esposto sulla fattibilità o meno, ma ha considerato altre ipotesi. “Se si organizzasse un tavolo per discuterne, comunque, andrei volentieri” ha dichiarato infine.

Leggi di più sul CremascoWeek in edicola.

TORNA ALLA HOME.