"Come se tutto stesse finendo"

Il sindaco di Cremona Galimberti ricorda "il suo" 11 settembre 2001

"Sono in un laboratorio all’Università. Dall’altro mi chiamano. Mi affaccio. Gli amici impietriti davanti allo schermo."

Il sindaco di Cremona Galimberti ricorda "il suo" 11 settembre 2001
Politica 12 Settembre 2021 ore 15:07

Nella giornata di ieri il mondo si è fermato per ricordare ciò che 20 anni fa gli tolse l'innocenza. L'11 settembre 2001. Da quel giorno nulla è stato come prima: sia in termini di consapevolezza, che di sicurezza urbana e aerea. Fra coloro che hanno consegnato il proprio ricordo personale alla memoria collettiva anche Gianluca Galimberti, sindaco di Cremona.

Il sindaco di Cremona ricorda il suo 11 settembre 2001

Con un messaggio affidato ai suoi social ecco il ricordo di Galimberti:

11 settembre 2001. Sono in un laboratorio all’Università. Dall’altro mi chiamano. Mi affaccio. Gli amici impietriti davanti allo schermo. In diretta la prima torre ferita, fumante. Silenzio incredulo. Dentro di me non voglio accettare sia vero. Poi l’altro aereo. Senso di vuoto, angoscia, morte. Come se tutto stesse per finire. Come se quei corpi cadenti come oggetti inanimati ma ancora viventi, fossero nostri parenti, stelle spente per sempre che precipitano e con loro, nel nulla, la speranza del mondo. Poi il crollo. La nuvola mortifera rende opaco e tremendo il futuro di tutti e di ognuno. Bisogno di condividere il dolore indecifrabile con l’altro in un silenzio concorde di sguardi costernati. Desiderio impellente di tornare a casa, abbracciare le persone care custodi del senso della mia vita. Decidiamo, senza dircelo, che quel pomeriggio è inutile restare. Mentre torno, non riesco a trattenere le lacrime. Chiamo un altro amico carissimo. Perché c’è bisogno di amicizia in questo momento.

E ancora, ma pensando ad oggi:

11 settembre 2021. Ancora immenso dolore nel mondo, violenza inaudita, in luoghi lontani e vicini. La guerra resta una non soluzione. Costruire un’Europa più forte è indispensabile. E costruire comunità è la speranza e il dovere di ognuno!