Politica
Politica

Bilancio regionale 2022-24, Piloni: "Lombardia in declino, la Lega non ha progetti per invertire la rotta"

E' così che Matteo Piloni, consigliere regionale del Pd, spiega il voto contrario dei dem al bilancio di previsione 2022-24 e alla relativa legge di stabilità.

Bilancio regionale 2022-24, Piloni: "Lombardia in declino, la Lega non ha progetti per invertire la rotta"
Politica Cremona, 22 Dicembre 2021 ore 19:00

“Lega e alleati hanno approvato un bilancio puntiforme, fatto di micro-interventi che non hanno un filo comune, né un disegno di fondo. La Lombardia è in declino, la povertà e le diseguaglianze crescono, soprattutto a danno di giovani e donne, ma questa maggioranza non ha un piano per invertire la rotta. Le Regioni dovrebbero saper governare e programmare, affrontare i grandi temi, ma questa maggioranza di centrodestra è senza prospettive e senza visione”, è così che Matteo Piloni, consigliere regionale del Pd, spiega il voto contrario dei dem al bilancio di previsione 2022-24 e alla relativa legge di stabilità.

Lombardia in declino

Il ragionamento di Piloni parte da alcune considerazioni sulla condizione economica e sociale della Lombardia, che illustra un lento declino che prosegue dal 2000 ad oggi. Prendendo i dati del rapporto 2021 dell’ente di ricerca regionale Polis, più altri di Svimez, il Pd ricorda che la Lombardia sta perdendo terreno in Europa e in Italia e che i lombardi sono più poveri di vent’anni fa.

“A farne le spese sono soprattutto giovani, donne e famiglie con figli minori. Per reddito pro-capite, la ricca Lombardia è al 36° posto in Europa, avendo perso venti posizioni in venti anni. La povertà assoluta tra il 2005 e il 2019 è triplicata e nel 2020 è arrivata a sfiorare la media italiana. Con questi numeri ci aspettavamo molto di più dalla Giunta regionale per il prossimo triennio”, fa sapere Piloni.

La pista ciclopedonale tra Crema e Lodi

L’unica soddisfazione è a livello locale, come tiene a sottolineare il consigliere Pd: “Crema e Lodi saranno più vicine, grazie all’approvazione di un mio ordine del giorno che chiede di finanziare una pista ciclopedonale tra le due città. Si tratta di un milione e mezzo di euro che rientrano così nell’elenco delle opere finanziabili dalla legge 9 di Regione Lombardia e che concorreranno alla realizzazione di un percorso che si snoderà lungo la strada provinciale 235”.

Non solo: “Altri 500mila euro saranno destinati alla realizzazione del sottopasso ciclopedonale a Santa Maria, a Crema, per dire finalmente addio al passaggio a livello. È quanto sono riuscito a ottenere dopo l’approvazione di un altro mio ordine del giorno al bilancio. Il costo previsto dall’amministrazione comunale si attesta intorno ai 2 milioni di euro e il contributo di Regione Lombardia diventa dunque molto importante”, conclude Piloni.