Dati Istat

Prezzi al consumo: cosa sale e cosa scende a Cremona nel mese di dicembre

Gli indici sono stati elaborati nel contesto determinato dalle restrizioni adottate con il nuovo DPCM del 3 novembre 2020 per contrastare la nuova ondata della pandemia.

Prezzi al consumo: cosa sale e cosa scende a Cremona nel mese di dicembre
Economia Cremona, 18 Gennaio 2021 ore 11:16

L’analisi dei prezzi al consumo a Cremona nel mese di dicembre 2020: quali beni salgono e quali scendono?

Prezzi al consumo: cosa sale e cosa scende a Cremona nel mese di dicembre

Gli indici dei prezzi al consumo di dicembre 2020 sono stati elaborati nel contesto determinato dalle misure adottate con il nuovo DPCM del 3 novembre 2020 per contrastare la nuova ondata della pandemia causata dal Covid-19 e che hanno reintrodotto limitazioni, differenziate a livello regionale, riproponendo, almeno in parte, le criticità del periodo marzo-maggio.

L’offerta commerciale di beni e servizi ha subito quindi nuove ulteriori restrizioni e le attività di rilevazione presso i punti vendita e i rispondenti hanno incontrato nuovamente difficoltà crescenti. Il numero di mancate rilevazioni, pur non toccando i livelli di marzo e aprile, è tornato ad aumentare dopo essere diminuito in particolare nel periodo compreso tra giugno e ottobre.

L’impianto dell’indagine sui prezzi al consumo, basato sull’utilizzo di una pluralità di canali per l’acquisizione dei dati, ha continuato a consentire di ridurre gli effetti negativi dell’elevato numero di mancate rilevazioni sulla qualità delle misurazioni della dinamica dei prezzi al consumo. La situazione che si è venuta determinando e le modalità con le quali è stata via via affrontata sono illustrate nella Nota metodologica, alle pagine 31, 32 e 33 del comunicato stampa diffuso oggi dall’Istat.

Come ricordato nella Nota metodologica dell’Istat, gli indici ai diversi livelli di aggregazione, sia nazionali sia locali, che hanno avuto una quota di imputazioni superiore al 50% (in termini di prezzi mancanti e/o di peso), sono segnalati mediante l’utilizzo del flag “i” (dato imputato).

Definitivo di Dicembre 2020 indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC) per il Comune di Cremona: 0,4 su mese precedente (Var.congiunturale) 0 sullo stesso mese dell’anno precedente (Var.tendenziale )

Di seguito le variazioni congiunturali e tendenziali per divisione del definivo di dicembre 2020:

Prodotti alimentari e bevande analcoliche -0,6:
In aumento: pane, latte, yogurt, formaggi, burro. Tra la frutta e la verdura: conserve di frutta e prodotti a base di frutta, cavoli, zenzero, vegetali surgelati, patate. Cioccolato, gelato, té, cacao, cioccolato in polvere; succhi di frutta e di verdura. In diminuzione: pasta secca, cereali per la colazione, salumi, pesce fresco, frutti di mare surgelati,
uova, margarina e grassi vegetali, olio d’oliva. Tra la frutta e la verdura: arance e limoni, mele e pere, frutta secca, insalata, bietole, sedani, pomodori, cetrioli, melanzane, cipolle, vegetali secchi. Salse e condimenti, alimenti per bambini, lieviti e preparati alimentari; acqua minerale, bevande analcoliche.

Bevande alcoliche e tabacchi -0,3
In aumento: birre a basso contenuto di alcol o non alcoliche. In diminuzione: liquori, superalcolici, aperitivi alcolici, vini di qualità, spumante.

Abbigliamento e calzature -0,1
In aumento: calzature per donna. In diminuzione: pullover donna, indumenti per neonati, abbigliamento intimo bambini, pigiami per bambini e neonati, calzature per uomo.

Abitazione, acqua, elettricità e combustibili +0,2
In aumento: raccolta rifiuti, energia elettrica a mercato libero, gasolio per riscaldamento.

Mobili, articoli e servizi per la casa +0,4
In aumento: biancheria da letto, frigoriferi, freezer e frigo freezer, apparecchi per cottura cibi, apparecchi per riscaldamento e condizionatori d’aria, apparecchi per la pulizia della casa, utensili per casa e giardino, piccoli accessori elettrici. Detergenti per la casa e il bucato, articoli non durevoli per la casa. In diminuzione: lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie.

Servizi sanitari e spese per la salute +0,2
In aumento: Medicinali fascia C – SOP OTC, test di gravidanza e dispositivi meccanici di contraccezione, servizi dentistici in generale

Trasporti +1,7
In aumento: automobili nuovo, motocicli e ciclomotori, carburanti in generale per mezzo di trasporto. Trasporto ferroviario, trasporto aereo e marittimo. In diminuzione: automobili usate.

Comunicazioni -0,5
In aumento: apparecchi per la telefonia fissa, accessori per smartphone. In diminuzione: apparecchi per la telefonia mobile, telefoni cellurali, smartphone.

Ricreazione spettacoli e cultura +2,6
In aumento: Macchine fotografiche, supporti per la registrazione. Giochi elettronici, articoli sportivi, piante e fiorni, libri e giornali, riviste, periodici e e-book, articoli di cancelleria e materiali da disegno. In diminuzione: Videocamere, monitor, stampante. Prodotti per animali domestici,

Istruzione 0

Servizi ricettivi e di ristorazione +0,1

Altri beni e servizi -0,1
In aumento: apparecchi non elettrici, prodotti cosmetici. In diminuzione: articoli per capelli, viso e corpo, gioielleria, servizi finanziari.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli