Menu
Cerca
Sponsorizzato

Ottimizzare il CV per ciascuna candidatura è importante: ecco perché

Ottimizzare il CV per ciascuna candidatura è importante: ecco perché
Economia Cremona, 19 Dicembre 2019 ore 06:00

Come molti ormai sapranno, la scrittura di un curriculum non può prescindere da uno studio approfondito del lavoro per cui ci si candida. Questo perché deve essere senza dubbio un curriculum mirato, ovvero scritto appositamente per quella posizione lavorativa o quell’ambiente di lavoro.

In particolare, molto spesso ci si trova a doversi candidare rapidamente per una posizione lavorativa lasciata vacante da breve tempo, trovandosi così costretti a scrivere un CV ottimizzato subito. Questo articolo proverà a dare risposta a queste problematiche: perché è importante ottimizzare il CV per posti di lavoro vacanti?

Il primo punto: il significato di “ottimizzare”

Anzitutto è bene chiarire quale sia il significato di ottimizzare. Come già detto prima, un curriculum non deve essere semplicemente scritto, ma anche adattato al singolo contesto di volta in volta per far combaciare il proprio profilo alle aspettative del recruiter.

Ecco che ottimizzare il CV diventa un’operazione obbligatoria per chiunque: si arriverà all’eventuale colloquio pronti al 100%, e il recruiter sarà consapevole di non perdere del tempo con candidati generici senza le competenze adeguate.

Perché ottimizzare il CV per un posto vacante?

Bisogna distinguere tra le tipologie di posti lavorativi vacanti. Solitamente, con posto vacante si indica una posizione lasciata libera all’improvviso, per cui c’è necessità urgente di un sostituto. Ecco che in questo caso l’ottimizzazione del CV è fondamentale, in quanto bisogna convincere immediatamente il recruiter per ottenere un colloquio.

Se, invece, il posto vacante rappresenta una posizione tale per cui non c’è urgenza nell’immediato, il CV potrà essere ragionato in maniera differente.

I consigli per un CV ottimizzato per posto vacante

Vediamo alcuni consigli utili per entrambe queste situazioni:

  1. Sfruttate le parole chiave per le vostre competenze. Le parole chiave sono fondamentali per un ottimo CV ottimizzato in vista di assunzione immediata. Queste parole infatti faranno cadere l’attenzione del recruiter immediatamente su punti importanti del CV, dove avrà modo di reperire immediatamente informazioni salienti.
  2. Categorizzate le vostre competenze. Esistono tre tipologie di competenze e abilità: quelle relazionate al lavoro, quelle trasferibili e quelle adattive. Per quanto riguarda le prime, è piuttosto semplice capirne l’origine: se vi candidate come softwaristi, direte di conoscere il linguaggio Java. Le competenze trasferibili riguardano conoscenze trasversali, come ad esempio il pacchetto Office che è utile a più lavori. Le ultime, ossia quelle adattive, riguardano le attitudini del candidato.
  3. Considerate l’inserimento di un portfolio. Potreste allegare al vostro CV un portfolio di qualche esperienza pregressa: se vi candidate come giornalisti, una lista di articoli precedenti farà decisamente al caso del datore di lavoro. Il portfolio ovviamente andrà curato al meglio: esistono molti software o siti Internet che permettono di realizzare infografiche e documenti in presentazione efficaci.
  4. Evitate i social nel caso di posto vacante immediato. Il curriculum dovrà essere il più snello possibile: c’è urgenza di trovare un candidato ideale, dunque non c’è tempo per le velleità. Evitate i social network nel curriculum, in quanto il recruiter non avrà il tempo di sfogliarli; evitate anche qualsiasi altra cosa superflua, ovviamente.
Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli