Tramite bando pubblico

Emergenza Covid-19: contributo di 250mila euro del Comune a sostegno degli esercizi pubblici

Via libera della Giunta ai criteri e alla bozza del bando che sarà pubblicato tra fine agosto e i primi giorni di settembre.

Emergenza Covid-19: contributo di 250mila euro del Comune a sostegno degli esercizi pubblici
Cremona, 29 Luglio 2020 ore 18:02

Emergenza Covid-19: contributo di 250mila euro del Comune di Cremona a sostegno di pubblici esercizi, negozi di vicinato, artigianato artistico e di servizio.

Emergenza Covid-19: contributo di 250mila euro del Comune a sostegno degli esercizi pubblici

Il Comune di Cremona, uno dei primi a muoversi su questo fronte, stanzia 250mila euro a sostegno di pubblici esercizi, negozi di vicinato, artigianato artistico e di servizio. Il contributo, destinato agli affittuari, verrà erogato attraverso un bando pubblico. E’ questa un’ulteriore iniziativa che si inserisce nell’ambito del pacchetto di misure volte a rilanciare le attività economiche locali colpite dall’emergenza sanitaria da Covid-19. I criteri e la bozza del bando, predisposti dall’Unità di staff Urbanistica ed Area Omogenea (Ufficio Sviluppo progetti a supporto del commercio), già condivisi con le associazioni di categoria e nella cabina di regia del DUC (Distretto Urbano del Commercio), sono stati oggi illustrati dall’Assessore Barbara Manfredini alla Giunta che li ha approvati.

Il bando

In estrema sintesi il bando, che sarà pubblicato tra fine agosto e i primi giorni di settembre, prevede la concessione di contributi a fondo perduto a favore delle imprese del commercio di vicinato, artigianato di servizio, pubblici esercizi e dei servizi connessi a tali settori. Si tratta di contributi aggiuntivi rispetto agli interventi previsti a livello statale.

Beneficiari saranno le imprese iscritte nell’apposito Registro della Camera di Commercio con sede legale o un’unità produttiva attiva nel territorio comunale che hanno chiuso l’immobile commerciale per causa dell’emergenza Covid-19 per almeno 45 giorni.

Il contributo a fondo perduto non potrà superare il 100% della spesa di locazione per i mesi di marzo, aprile, maggio 2020 per gli immobili commerciali, con un limite massimo pari a 1.000,00 euro complessivi, all’interno del perimetro del DUC, e di 500,00 euro complessivi per gli immobili in affitto all’esterno del perimetro del Distretto Urbano del Commercio.

I contributi saranno concessi con procedura automatica secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande dichiarate ammissibili in base alla documentazione presentata e fino ad esaurimento del fondo a disposizione.

“Le misure di contenimento dell’emergenza hanno avuto un inevitabile riflesso economico sul tessuto produttivo della città, incidendo, tra l’altro, sulle attività commerciali ed artigianali. A fronte di tali conseguenze l’Amministrazione comunale ha elaborato da subito un articolato progetto di rilancio della città in accordo con le categorie produttive. La Giunta ha però ritenuto di intervenire ulteriormente con un pacchetto di misure urgenti per l’anno 2020, approvato dal Consiglio Comunale, a sostegno delle attività economiche colpite dall’emergenza sanitaria Covid-19. Una di queste misure riguarda appunto il sostegno sostegno dei pubblici esercizi e negozi di vicinato alla quale ora viene data concreta attuazione”, commenta al riguardo l’Assessore Barbara Manfredini.

TORNA ALLA HOME

Top news regionali
Turismo 2020
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia