A Soresina

Violenze e soprusi nei confronti dell’ex fidanzata, scatta l'arresto per il 21enne

Aggressioni e minacce di morte anche dopo la rottura

Violenze e soprusi nei confronti dell’ex fidanzata, scatta l'arresto per il 21enne
Pubblicato:
Aggiornato:

Questo è quanto emerso dall'attività di indagine eseguita dai Carabinieri della Stazione di Soresina dopo la denuncia dell'ex fidanzata, a seguito delle aggressioni e delle minacce subite da parte del 21enne accecato dalla gelosia.

Atti persecutori nei confronti dell'ex

I comportamenti minacciosi nei confronti dell'ormai ex fidanzata sarebbero iniziati a settembre del 2023. Atteggiamenti che avrebbero poi spinto la ragazza a troncare la relazione senza però fermare il 21enne che  avrebbe continuato a minacciare ed aggredire la ragazza anche dopo la rottura.

Numerosi i gravi elementi di colpevolezza riconosciuti in relazione agli atti persecutori eseguiti dal 21enne. Secondo l’impostazione accusatoria accolta dal GIP del Tribunale di Cremona, l’indagato 21enne avrebbe umiliato, ingiuriato, minacciato di morte ed aggredito l'ex fidanzata in più occasioni.

Seguita e controllata dal 21enne anche durante la relazione che, spinto dall'ossessione malata che provava nei suoi confronti, l'avrebbe aggredita colpendola in diverse circostanze con pugni, calci e schiaffi su tutto il corpo, solo per aver rivolto la parola ad altri ragazzi.

La rottura avrebbe accentuato i suoi comportamenti violenti incrementando inoltre la sua ossessione nei suoi confronti. Il 21enne pretendeva, infatti, di essere aggiornato sugli spostamenti dell'ex e di avere accesso al suo telefono per poter controllare indisturbato le chat.

Scatta la denuncia per il 21enne

A seguito della denuncia, scattata dopo l'ennesima aggressione subita da parte del 21enne in cui avrebbe frantumato il vetro del veicolo dell'ex fidanzata spaccandone inoltre i tergicristalli, i Carabinieri di Soresina hanno avviato le indagini, le quali hanno poi consentito di ricostruire  e confermare l’escalation di violenze e soprusi.

Valutando l’intensità dei fatti e l’incapacità di autocontrollo, oltre che all'aggressività degli aventi, il GIP ha emesso l’ordinanza con cui ha disposto la custodia cautelare in carcere del 21enne. Eseguita dai Carabinieri di Soresina nella mattina 28 giugno 2024.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali