Cronaca
In forte stato di agitazione

Violenta protesta di un 30enne che blocca il traffico di Cremona: ecco il video

Il cittadino di origini africane ha interrotto la viabilità rovesciando bidoni sulle strada, ha poi aggredito carabinieri e operatori sanitari

Violenta protesta di un 30enne che blocca il traffico di Cremona: ecco il video
Cronaca Cremona, 06 Agosto 2022 ore 09:07

L'uomo ha creato il caos in Via Dante martedì 2 agosto 2022 davanti alla stazione. Oltre che con i bidoni ha colpito anche con i calci le auto che si fermavano. I Carabinieri sono intervenuti con il personale sanitario ma il soggetto ha mostrato resistenza a tutti loro.

Le intemperanze del giorno prima

L'uomo di origine straniera non ha una dimora e nemmeno una professione. Era tornato in città da pochi giorni ma gli sono bastati per creare diversi problemi ai carabinieri che hanno dovuto bloccare le sue intemperanze più volte.

Il giorno prima della protesta, lunedì 1° agosto, si è presentato alla caserma dei carabinieri Santa Lucia di viale Trento e Trieste con fare aggressivo perché voleva un posto dormire. I militari non sapevano come aiutarlo così è uscito e ha cercato di colpire le auto che passavano.

La caserma Santa Lucia dove si è presentato l'uomo
La caserma Santa Lucia dove si è presentato l'uomo

Immediatamente bloccato è stato accompagnato dentro la caserma ma non si calmava così è arrivato il personale del 118 che lo ha sedato e accompagnato in ospedale per essere curato. L'emergenza sembrava rientrata ma...

L'interruzione del traffico la mattina dopo

La mattina dopo, poco prima delle 10 in via Dante, ha iniziato a lanciare dei bidoni della spazzatura. I passanti si sono fermati per vedere cosa succedeva filmando la scena.

Il ragazzo ripeteva in continuazione "Non me ne frega" ignorando in questo modo le imprecazioni degli automobilisti che dovevano recarsi al lavoro.

Ecco la strada lungo la quale si è verificato l'accaduto

È intervenuta la pattuglia e i carabinieri hanno riconosciuto il 30enne nuovamente in forte stato di agitazione. Si è calmato ma nello stesso pomeriggio è tornato in caserma chiedendo un posto dove andare.

La denuncia per resistenza a pubblico ufficiale

Il personale sanitario è intervenuto un'altra volta riportandolo in ospedale dove ha insultato medici e infermieri colpendo con calci e pugni tutto ciò che vedeva. È intervenuta una guardia giurata in servizio per calmarlo ma è stata colpita con diversi pugni al petto.

Sono stati richiamati i carabinieri che hanno denunciato il cittadino straniero per resistenza a pubblico ufficiale nonostante la guardia giurata non abbia riportato lesioni.

Seguici sui nostri canali