SPORT

Vanoli Cremona lotta con caparbietà e supera Scafati 68-63

Grande prestazione difensiva di Pecchia e compagni che hanno sempre avuto sul parquet il giusto atteggiamento e concentrazione

Vanoli Cremona lotta con caparbietà e supera Scafati 68-63
Pubblicato:
Aggiornato:

VANOLI CREMONA- GIVOVA SCAFATI 68-63

Parziali: 18-17, 35-30, 50-42

VANOLI CREMONA: Eboua 5, Denegri 10, Pecchia 1, Golden 4, Lacey 16, Piccoli, Zanotti 15, Mc Cullough 5, Davis 6, Adrian 6.  All. Cavina.

GIVOVA SCAFATI: Gamble 7, Henry, Aless. Gentile 6, Pini 5, Pinkins 8, Rivers 7, Mohuha, Blakes 3, Rossato 13, Robinson 14, Cavaliere e Sangiovanni ne. All. Matteo Boniciolli.

Vanoli Cremona-Givova Scafati 68-63

La Vanoli Cremona lottando con caparbietà e determinazione dal primo all’ultimo secondo, anche nei momenti di maggiore stanchezza fisica, ha battuto la Givova Scafati 68-63. I cremonesi hanno compiuto un passo importante e al tempo stesso “obbligatorio”  verso la salvezza. Hanno agganciato in classifica Scafati a quota 22 e hanno tenuto sei punti di vantaggio su Brindisi (vantaggio nello scontro diretto) e Pesaro piazzati sull’ultimo gradino.

Pugliesi e marchigiani, comunque, dovranno sempre vincere per superare i biancoblu. Grande prestazione difensiva di Pecchia e compagni che hanno sempre avuto sul parquet il giusto atteggiamento e concentrazione.

Il match

Cremona, come prevedibile deve fare i conti con la maggiore fisicità sotto canestro dei campani. Questi ultimi dispongono di una buona difesa che costringe Cremona a tiri forzati della distanza. 8-8 al 5’. La Vanoli con i tiri liberi allunga 13-8. Qualche errore al tiro dei banco blu consente la rimonta della Givova per il 15-17. Una “tripla” di Lacey a fil di sirena 18-17 al 10’. Lacey ispirato e “sul pezzo” segna dalla lunga e media distanza ed una “tripla” di Mc Cullough danno il più 7 ai locali: 28-21 val 15’.

Fatica comunque la compagine di Cavina contro il pressing della Givova. In attacco Pecchia e compagni ci arrivano in affanno e sbagliano tiri ma Scafati non ne approfitta. 35-30 all’intervallo. Cremona cerca di ridurre “i vantaggi offensivi” di Scafati. In difesa è solida e grintosa e chiude bene i varchi. 41-34 al 34’. Si blocca in attacco la Givova a cui mancano i canestri di Henry. Super Zanotti in attacco e difesa 45-34 al 26’. Controlla la situazione la compagine di Cavina con buoni aiuti difensivi e rotazioni 50-38 al 29 e 50-42 al 30’. Splendida azione in attacco ancora di Zanotti 57-43 al 33’. La Vanoli si ferma e non trova più il canestro 58-48 al 35’. Tenta il tutto per tutto Scafati che si avvicina 65-61 al 39’. Cremona è brava a siglare i canestri importanti e a tenere la lucidità nella fase decisiva, contenendo gli attacchi dei campani.

Marco Ravara

(Foto di copertina: Ufficio Stampa Vanoli Basket Cremona)

Seguici sui nostri canali