A Casalmaggiore

Truffa via web, raggirato e costretto a ricaricare le carte postepay di oltre 1.300 euro

Scovati i responsabili della truffa, poi denunciati dai Carabinieri della Stazione di Casalmaggiore

Truffa via web, raggirato e costretto a ricaricare le carte postepay di oltre 1.300 euro
Pubblicato:

Nuova truffa informatica, raggirato e costretto ad effettuare delle ricariche su delle carte postepay un cittadino cremonese. Scattata la denuncia a Casalmaggiore dopo gli estratti conto e la perdita della somma di denaro di 1.300 euro.

Truffa informatica a Casalmaggiore

All'inizio dello scorso marzo, un cittadino del posto si è presentato presso la caserma di Casalmaggiore per sporgere denuncia. Secondo quanto riportato ai Carabinieri, la vittima della truffa aveva intenzione di vendere un frigorifero di sua proprietà grazie all'utilizzo di un sito online incentrato sulla vendita di prodotti.

Pubblicato l'annuncio è stato poi contattato da un finto acquirente che sembrava interessato all'acquisto del prodotto. Il truffatore ha poi convinto la vittima a recarsi ad uno sportello postale per ricevere direttamente la somma di denaro prestabilita.

Giunta allo sportello postale, la vittima è stata raggirata dal presunto acquirente, il quale l'ha convinta ad effettuare delle ricariche postapay che sarebbero state poi accreditate a suo favore, su due carte differenti. Il truffatore ha quindi convinto la vittima a ricaricare le carte facendogli credere che la somma di denaro versata sarebbe rientrata, convincendola anche ad effettuare due operazioni fingendo la non riuscita della prima. 

Il tutto è stato svolto mentre l'interlocutore era in chiamata con la vittima, la quale dopo la seconda operazione e dopo il termine della chiamata, si è accorta della truffa. Ha quindi effettuato un estratto conto per poi recarsi in caserma e sporgere denuncia.

Terminate le ricerche dei truffatori

Da allora i Carabinieri della Stazione di Casalmaggiore hanno avviato le ricerche e, grazie ai nominativi dei titolari delle carte postepay, sono riusciti a risalire ai due responsabili della truffa. Si tratta di un 32enne e un 34enne, residenti in provincia di Frosinone e Roma con precedenti di polizia a carico, poi denunciati per truffa informatica.

Commenti
filomena rizzo

Anche a mio figlio le hanno rubato i dati e hanno fregato tutto il mensile di 1600euro fatta denuncia ma nessuno si e interessato di scoprire chi è cera dietro sapevono che era una truffa ma non hanno restituito i soldi da parte delle poste non si ragiona cosi

Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali