Truffa in banca, si finge un’altra e ruba soldi da un conto

La donna è stata deferita per truffa e sostituzione di persona

Truffa in banca, si finge un’altra e ruba soldi da un conto
15 Marzo 2018 ore 16:39

I carabinieri della stazione di Crema hanno deferito una donna per truffa in banca e sostituzione di persona.

Truffa in banca

La donna, poco più che trentenne, si era presentata presso una filiale di una banca di Crema elegante e disinvolta. Dopo aver colloquiato con una impiegata della banca, quel tanto da farsi notare dal cassiere, si era avvicinata a lui presentandosi come una collega di un’altra filiale, chiedendo di poter aprire un conto presso quella banca trasferendo del denaro da un altro conto. Il cassiere non aveva sospettato nulla poiché la versione fornita era molto credibile e quindi ha prelevato dal conto corrente intestato ad una donna la somma di 2.000 euro consegnandola immediatamente alla richiedente.

La scoperta della vittima

La vittima, però, dopo qualche giorno si è accorta dell’ammanco del denaro dal suo conto. Chieste spiegazioni le è stato comunicato che era stata lei stessa ad averaperto un altro conto in un’altra filiale di Crema. La donna quindi si è recata nella banca indicata ma il cassiere non l’ha riconosciuta per quella a cui aveva consegnato il denaro.

Incastrata dalle telecamere

A quel punto alla donna non è rimasto che fare denuncia ai carabinieri. I militari, però, dalla visione delle immagini delle telecamere della banca, hanno estrapolato i fotogrammi che riprendevano la truffatrice, inviandoli a tutti i Comandi d’Italia. I colleghi della stazione di Asti hanno riconosciuto la donna quale autrice della truffa poichè residente in loco. I carabinieri di Crema hanno sottoposto il cassiere a un’ individuazione fotografica che ha permesso di riconoscere l’autrice. La donna è stata deferita per sostituzione di persona e truffa alla Procura della Repubblica di Cremona.

Top news regionali
Turismo 2020
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia