libertà non fa rima con inciviltà

Stretta del Prefetto contro la malamovida: alcol da asporto vietato dopo le 21.30

Codacons: "Finalmente un freno ai trasgressori! Gli ultimi sacrifici oggi per essere liberi domani!".

Stretta del Prefetto contro la malamovida: alcol da asporto vietato dopo le 21.30
Cremona, 26 Maggio 2020 ore 14:51

Esemplare stretta del Prefetto di Cremona, Vito Danilo Gagliardi, che vieta l’alcol da asporto dopo le 21.30. Codacons: “Finalmente un freno ai trasgressori!”.

Alcol da asporto vietato dopo le 21.30

Da stamane è in vigore un giusto divieto: stop al consumo di bevande alcoliche dalle 20 alle 6 nei luoghi pubblici (strade, marciapiedi e parchi) e stop anche alla vendita di alcolici da asporto dopo le 21,30. Sono queste le nuove regole imposte dalla Prefettura e illustrate in mattinata dal Prefetto di Cremona, Vito Danilo Gagliardi. Il provvedimento nasce con l’intento di frenare il fenomeno degli assembramenti. Sarà possibile continuare a recarsi al bar e consumare in loco, il tutto ovviamente rispettando le prescrizioni di accesso e distanziamento sociale.

La fine del lockdown in tutta Italia, e anche a Cremona, ha indotto moltissimi giovani (e non solo) a trasgredire non indossando mascherine e non mantenendo il distanziamento sociale. Ecco perché vengono salutate con favore tutte le soluzioni che, contemporaneamente, non creino eccessivi problemi alle attività commerciali (che stanno cercando di ripartire, faticosamente) e consentano di avere un controllo sugli assembramenti e sulle motivazioni che spingono la gente a radunarsi. Soluzioni con un fine economico e sociale.

“Libertà non fa rima con inciviltà”

Codacons: “La libertà non ha prezzo e, mai come adesso, dopo oltre due mesi di clausura forzata, si anela alla libertà. Aria, luce, sole, voglia di divertirsi e di vedere amici: anche il semplice gesto di riunirsi al bar per sorseggiare un drink è, ora, un evento da festeggiare. Ma attenzione! Libertà non fa rima con inciviltà! Il rispetto delle regole che ormai fanno parte della nostra vita -mascherine e distanziamento sociale- non deve essere vissuto come una costrizione ma come una forma di rispetto e civiltà. E, per tutti coloro che vedono nelle regole la possibilità e la voglia di infrangerle è arrivato un nuovo divieto: stop all’alcool da asporto nell’ora del maggior consumo! Le nuove regole rappresentano un giro di vite e vogliono essere un segnale forte: non è possibile vivere la nuova libertà in maniera naif! Senso civico e rispetto, per la propria vita e per quella altrui. Segnalate senza indugio, allorquando doveste trovarvi di fronte ad assembramenti o a libere interpretazioni delle regole. Il Codacons è sempre attivo per raccogliere denunce e segnalazioni: insieme ce la faremo a tornare alla normalità! Sempre con Voi anche per qualsiasi consulenza on line e a distanza. Info al  n.ro 3479619322 – codacons.cremona@gmail.com”.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news regionali
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia