Cronaca

Spaccio in pizzeria, droga consegnata anche nei cartoni degli alimenti

Tre persone arrestate. Vasto giro d’affari tra i comuni di Soresina, Annico e Grumello Cremonese.

Spaccio in pizzeria, droga consegnata anche nei cartoni degli alimenti
Cronaca Soresina, 31 Agosto 2018 ore 10:44

Spaccio in pizzeria, droga consegnata anche nei cartoni utilizzati per gli alimenti: tre persone arrestate.

Spaccio in pizzeria

Nei giorni scorsi a Cremona e Monticelli d’Ongina (PC), i Carabinieri della Compagnia di Cremona, al termine di un’articolata attività d’indagine, hanno rintracciato e tratto in arresto in ottemperanza ad un ordine di esecuzione della misura cautelare della custodia cautelare in carcere, richiesto dal Pubblico ministero Dr.ssa Ilaria Prette ed emesso in data 2 agosto 2018 dal GIP del Tribunale di Cremona Dr.ssa Letizia Platè, per i reati di spaccio continuato di sostanze stupefacenti:
S.E.E.M., nato in Egitto cl. 1972, residente ad Annicco (CR), pregiudicato;
A.H. nato in Egitto cl. 1988, domiciliato a Monticelli d’Ongina (PC), pregiudicato;
G.A., nato in Egitto cl. 1990, residente a Soresina (CR), pregiudicato.

La gang della “Pizza stupefacente”

Le risultanze d’indagine, raccolte dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Cremona, hanno individuato i tre uomini quali autori in diverse occasioni di spaccio di sostanze stupefacenti, continuato ed in concorso dal 2014 al mese di maggio 2018. Gli incontri con i clienti erano concordati generalmente attraverso un breve contatto telefonico ed avvenivano in luoghi diversi, ma quasi sempre presso pizzerie, nei tre centri di urbani di Soresina, Annico e Grumello Cremonese, dove uno dei tre lavorava. Per cercare di passare inosservati, spesso sono risultati trasportare o consegnare ai clienti, le dosi di sostanza stupefacente all’interno dei contenitori demandati agli alimenti.

Le perquisizioni domiciliari

Nel corso dell’esecuzione degli arresti, all’interno dell’abitazione di G.A. sono state rinvenute 6 dosi di sostanza stupefacente di tipo “cocaina” del peso unitario di 0,5 gr. Cadauna. Presso un’abitazione nelle disponibilità di A.H. a Grumello Cremonese, invece, la perquisizione ha permesso di rinvenire all’interno di una cassaforte,  nascosta in una parete con pannello in una camera da letto, ulteriori gr.50 di sostanza stupefacente del tipo cocaina, un bilancino elettronico di precisione ed altro materiale utile per l’attività di spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli arresti

Espletate le formalità di rito, due arrestati sono stati associati presso la Casa Circondariale di Cremona mentre a A.H. è stata applicata la misura degli arresti domiciliari presso un’abitazione di Monticelli d’Ongina (PC). I tre nei giorni scorsi, sono già stati interrogati dal GIP.

La droga sequestrata

Da fine mese di maggio, sino a primi giorni di agosto di quest’anno, nel corso dell’attività di riscontro finalizzata all’acquisizione di prove atte a sostenere l’ipotesi di reato nei confronti dei tre soggetti, sono stati recuperati ulteriori quantitativi di sostanza stupefacente per uso personale portando il recupero complessivo della sostanza stupefacente sequestrata nel corso dell’indagine ad oltre mezzo chilo tra cocaina, eroina ed hashish.

Segnalate altre 20 persone

Nel medesimo ambito investigativo sono stati identificati e segnalati alla competente autorità amministrativa quali assuntori di sostanze stupefacenti 20 persone di età compresa tra i 16 e i 49 anni, residenti ad Annicco, a Pizzighettone a Grumello Cremonese ed Uniti, Spinadesco, Soresina, Trigolo, Codogno e Castelvetro Piacentino.

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!