Cronaca
Cremona

Rubano vestiti e un cellulare: un arresto e una minorenne denunciata

Per eludere le barriere antitaccheggio i loro zaini erano stati artigianalmente “schermati” mediante l’impiego di carta stagnola e nastro adesivo. 

Rubano vestiti e un cellulare: un arresto e una minorenne denunciata
Cronaca Cremona, 26 Ottobre 2021 ore 15:34

La Polizia di Stato della Questura di Cremona – UPGSP ha proceduto all’arresto di una persona maggiorenne e alla denuncia alla competente autorità giudiziaria di una minorenne per i reati di furto e ricettazione.

Il furto del cellulare

Nel primo pomeriggio di venerdì, infatti, veniva inviata una pattuglia della Squadra Volante presso la stazione ferroviaria in quanto una mamma richiedeva l’intervento della Polizia a seguito di furto del cellulare in uso al proprio figlio, avvenuto poco prima all’esterno del centro commerciale Cremona Po, per opera di due ragazzi.

Individuati

Le immediate indagini si sono avvalse della tecnica della geolocalizzazione dell’apparecchio telefonico, tanto da poter individuare il punto esatto dove il telefono si trovava in quel momento.

Questo, insieme alla descrizione degli individui, ha portato gli operatori di polizia ad individuare i soggetti, entrambi di nazionalità senegalese, in regola sul territorio nazionale.

Nel corso dei controlli di polizia ad uno dei giovani è stata rinvenuta una patente provento di furto, nonché oltre al telefono poco prima sottratto al minore, anche di un altro apparecchio telefonico provento di furto.

Zaini "schermati"

Ciò che ha sorpreso gli operatori è stato scoprire che le borse in possesso dei giovani, contenenti capi di vestiario anch’essi verosimilmente provento di furto, erano state artigianalmente “schermate” mediante l’impiego di carta stagnola e nastro adesivo. Tale “escamotage” ha permesso di eludere le barriere antitaccheggio degli esercizi commerciali, tanto che i capi di vestiario, trovati all’interno delle stesse, avevano ancora attaccata la placca antitaccheggio.

Le immediate indagini, in un’azione sinergica con personale della Squadra Mobile, condotto anche con la visione dei filmati a circuito chiuso del centro commerciale, hanno "inchiodato” i due soggetti come autori del reato di furto.

L’arresto è stato convalidato con giudizio direttissimo e all’arrestato è stato imposto il divieto di dimora nel comune di Cremona.