Cronaca
Torre de' Picenardi

Rubano un borsello e un telefono cellulare da un furgone, la vittima li insegue e riesce a bloccarli

Denunciati due giovani che ora dovranno rispondere di furto aggravato.

Rubano un borsello e un telefono cellulare da un furgone, la vittima li insegue e riesce a bloccarli
Cronaca Cremona, 21 Marzo 2022 ore 18:42

 

Torre dé Picenardi: i Carabinieri di Solarolo Rainerio denunciano i due autori del furto di un borsello e di un cellulare da un veicolo.

Due giovani denunciati

I Carabinieri della Stazione di Solarolo Rainerio hanno denunciato per furto aggravato due giovani, uno residente in provincia e uno residente fuori provincia, con precedenti di polizia a carico.

Poco dopo le 6 del 17 marzo la Centrale Operativa ha inviato la pattuglia di Solarolo a Torre dé Picenardi perché due persone avevano appena commesso un furto nei pressi di una panetteria e il derubato aveva fermato uno dei due autori. Una volta arrivata sul posto, alla pattuglia è stato consegnato uno dei due autori del furto che era stato fermato dalla vittima e da un suo parente che hanno anche indicato dove si era nascosta l’altra persona, subito raggiunta e bloccata dai Carabinieri.

Il furto del borsello e del cellulare

Una volta fermati i due, i militari hanno ricostruito quanto avvenuto poco prima ovvero che il titolare di una panetteria stava caricando il proprio furgone per poi partire ed effettuare le consegne quotidiane dei suoi prodotti. Nel momento in cui il panettiere si è allontanato dal mezzo ed è entrato nel negozio per prendere della merce da caricare sul veicolo uno dei ragazzi si è avvicinato al furgone lasciato aperto ed è entrato nell’abitacolo dal lato del conducente. Si è quindi impossessato di un borsello, con all’interno un portafoglio contenente del denaro e i documenti, e di un telefono cellulare che erano stati lasciati sui sedili.

Nel frattempo il negoziante è uscito dal suo esercizio commerciale con della merce tra le mani e ha visto i due giovani, uno sul furgone e uno vicino alla portiera, che sono subito scappati a piedi verso la stazione ferroviaria.

L’uomo, aiutato da un parente, è quindi salito sul suo furgone e alla guida del veicolo ha inseguito i due giovani, uno dei quali è caduto perdendo il borsello e il telefono, ma riprendendo la corsa per tentare comunque di far perdere le sue tracce. Il parente della vittima è riuscito poi a raggiungere e fermare uno dei due fuggitivi, mentre il secondo ha scavalcato la recinzione di una casa e si è nascosto nel cortile, rimanendo fermo e credendo di non essere visto. In realtà la vittima aveva visto bene dove si trovava e lo ha indicato ai Carabinieri che, arrivati in pochi minuti, sono entrati nel cortile in questione e lo hanno bloccato accompagnandolo all’esterno.

I due giovani sono stati accompagnati presso la caserma di Solarolo Rainerio dove il titolare dell’attività commerciale, che era già rientrato in possesso di quanto gli era stato rubato perché era riuscito a recuperarlo dopo che uno dei due giovani durante la caduta aveva abbandonato tutto per strada, ha quindi presentato la denuncia per il furto subito. Per tale motivo per i due è scattata la denuncia all’Autorità Giudiziaria per furto aggravato.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter