Cronaca
Nel Bresciano

Rave party illegale: le forze dell'ordine allontanano 200 ragazzi

Grazie alle segnalazioni dei cittadini sul posto sono intervenute prontamente le Forze dell'Ordine.

Rave party illegale: le forze dell'ordine allontanano 200 ragazzi
Cronaca 30 Agosto 2021 ore 13:53

Sabato sera numerosi ragazzi hanno invaso le campagne bresciane al confine con la provincia di Cremona: a Monticelli d'Oglio camper, auto e musica a tutto volume per dare vita ad un rave party.

Rave party

Nella tarda serata di sabato 28 agosto 2021, dai 150 ai 200 giovani, provenienti dal Cremonese ma anche da diverse province del Nord Italia, si sono dati appuntamento nei campi intorno a Monticelli d'Oglio, nel Bresciano, per mettere in piedi un vero e proprio rave party, esattamente come quello avvenuto nel viterbese poche settimane fa e che ha suscitato tanto clamore.

Festa interrotta

Il rave è stato interrotto alle 8 del mattino grazie alle numerose segnalazioni dei cittadini di Monticelli e Villanuova che hanno dato luogo all'intervento dei Carabinieri della stazione di Verolanuova, della Polizia di Stato e della Questura che hanno provveduto ad interrompere la "festa".

"Questi eventi mi preoccupano molto  - ha dichiarato il sindaco di Verolavecchia Laura Alghisi - Non solo per il periodo caratterizzato dalla pandemia, ma anche per la tipologia di evento: feste organizzate in luoghi sperduti, senza un minimo di organizzazione e di gestione della sicurezza e dell'assistenza, inoltre vicino a un fiume, con numeri importanti di ragazzi".

Uno scenario sicuramente preoccupante che le Forze dell'Ordine hanno provveduto a smantellare in tempo. "Devo fare un grandissimo ringraziamento alla Questura, ai Carabinieri e alla Polizia di Stato perché hanno fatto un intervento veramente importante che ha permesso di gestire in sicurezza tutta l'operazione. Dalle 8 fino alle 13.30 le Forze dell'Ordine hanno permesso il defluire di questi ragazzi, identificandoli e provvedendo a tutte le attività di verifica necessarie, in modo ordinato e tranquillo", ha concluso Alghisi.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter