Menu
Cerca

Ospedale Crema: effettuato prelievo multiorgano da donatore deceduto

Donati cuore, fegato e reni.

Ospedale Crema: effettuato prelievo multiorgano da donatore deceduto
Crema, 30 Gennaio 2020 ore 11:31

Il 15 gennaio 2020 è stato effettuato un prelievo multiorgano (cuore, fegato e reni) da donatore deceduto presso l’ospedale di Crema.

Ospedale Crema: effettuato prelievo multiorgano da donatore deceduto

La procedura è il risultato di una lunga, delicata e sofisticata attività di cura del paziente ricoverato in Rianimazione per gravi lesioni encefaliche ed evoluto in morte cerebrale.

In questi casi la legge n. 578 del 29 dicembre prevede l’accertamento di morte da parte di un collegio medico composto da un anestesista-rianimatore, da un neurologo e un medico della direzione sanitaria che, con un periodo di osservazione non inferiore a 6 ore durante il quale vengono eseguiti 2 elettroencefalogrammi della durata di 30 minuti, valutazioni cliniche e di laboratorio, confermano la morte cerebrale e autorizzano l’interruzione del trattamento intensivo in atto perché inefficace.

Trapiantati con successo

Durante il periodo di osservazione il coordinatore locale propone ai parenti aventi diritto che è possibile in questi casi procedere a un prelievo di organi e/o tessuti a scopo di trapianto in assenza di malattie trasmissibili. Se il potenziale donatore non avesse espresso in vita alcuna dichiarazione in merito alla donazione degli organi, saranno i parenti aventi diritto, per legge, a sottoscrivere la “non opposizione” al potenziale prelievo, per cui, dopo la certificazione della morte, si è proseguito con un trattamento intensivo finalizzato al mantenimento della vitalità
degli organi che sono stati prelevati e trapiantati con successo a Padova (cuore e fegato) e a Milano (i reni).

9.000 persone in lista d’attesa per un organo

Il trapianto di organi, tessuti e cellule salva o può migliorarne la qualità della vita del ricevente. Ogni anno circa 9000 persone sono in lista d’attesa di un organo. Nel 2018 in Italia sono stati effettuati 3725 trapianti d’organo (di cui 318 da vivente), 16468 di tessuti, 163 pediatrici e 848 di cellule staminali emopoietiche che testimoniano l’intensa attività della rete trapiantologica italiana che rappresenta un modello organizzativo d’eccellenza in Europa. L’ASST di Crema fa parte di questa rete come centro prelievo di organi/tessuti e come centro trapianto di alcuni tessuti come cornee e segmenti vascolari.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE!

Iscriviti al nostro gruppo Facebook Cremona e Provincia Eventi & News

E segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale di Cremona (clicca “Mi piace” o “Segui” e imposta le notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia)

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli