Numerosi reati, 19enne finisce in carcere per cumulo di pene

Il giovane colpito da un provvedimento di esecuzione di carcerazione emesso in data 25 maggio.

Numerosi reati, 19enne finisce in carcere per cumulo di pene
Cremona, 04 Giugno 2018 ore 09:50

Numerosi reati commessi da un ragazzo di 19 anni che finisce in carcere.

Numerosi reati

I carabinieri della stazione di Cremona hanno arrestato in ottemperanza ad un ordine di esecuzione di cumulo di pene, emesso in data 25.05.2018 dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cremona, S.A., nato a Castel Volturno (CE), cl. 1999,  residente a Cremona. Il giovane deve condanne per 1 anno e 8 mesi 8 di reclusione per i reati di furto aggravato in concorso, commessi a Cremona dal mese di maggio 2014 al mese di novembre 2017.

I due precedenti arresti

In particolare il 16 settembre 2014 il 19enne è stato arrestato in flagranza reato dai Carabinieri, insieme ad altri due soggetti in quanto resisi responsabili in concorso tra loro di furto all’interno del bar “Ajo” di Cremona. Il 25 novembre 2017, invese, sempre unitamente ad altri due soggetti, di cui uno minorenne, a Cremona presso il Piazzale della Stazione Ferroviaria è stato arresto in flagranza di reato sempre per il reato di furto aggravato in concorso.

Ruba bicicletta

All’1.00 circa di notte, il soggetto danneggiò una bicicletta spezzandole il cavalletto al fine di reperire un arnese da scasso per tranciare la catena di un’altra bicicletta, marca “Esperia” modello 7700 eldorado, parcheggiata in una vicina rastrelliera, al fine di rubarla. Insieme agli altri due, fu sorpreso nel tentativo di dileguarsi a bordo della stessa bicicletta. I tre malviventi furono prontamente bloccati ed arrestati. Il 17enne fu denunciato alla competente Autorità Giudiziaria per i minori di Brescia.

LEGGI ANCHE Selfie della vergogna con una donna investita dal treno  oppure TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE!

Top news regionali
Turismo 2020
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia