CREMONA

Nel capannone 150 chili di droga e centinaia di piantine di marijuana

Tre persone arrestate in flagrante per produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti

Nel capannone 150 chili di droga e centinaia di piantine di marijuana
Pubblicato:

Blitz antidroga a Cremona: sequestrati 150 chili di marijuana, tre uomini arrestati.

Tre arresti per droga

Nella serata del 6 giugno scorso, la Polizia di Stato ha messo a segno un'importante operazione antidroga, arrestando tre persone colte in flagrante durante la produzione, il traffico e la detenzione illeciti di sostanze stupefacenti. Gli agenti hanno sequestrato circa 150 chili di marijuana, grazie a un intervento tempestivo e mirato della Squadra Mobile di Cremona.

Il capannone della droga

Le indagini, avviate a seguito di sospetti su una possibile attività di produzione illecita, hanno portato i poliziotti a scoprire un capannone situato poco lontano dal capoluogo di provincia. Al suo interno, era stata allestita una vera e propria serra, completa di strumentazione professionale per la coltivazione di marijuana.

Durante la perquisizione, gli agenti hanno trovato oltre 200 lampade alogene, numerosi bidoni di fertilizzante e centinaia di vasi pieni di terriccio. La scoperta ha rivelato un sito produttivo ben organizzato, dotato di impianti elettrici, di aerazione, illuminazione e irrigazione.

150 chili di marijuana

Nel capannone sono stati rinvenuti 150 chili di marijuana, parte dei quali già imballati in sacchi e pronti per la distribuzione, oltre a centinaia di piante in fase di essiccazione. La quantità e l'organizzazione della struttura hanno messo in evidenza la portata del traffico illecito.

Tentano la fuga

L'operazione, diretta dalla Procura della Repubblica di Cremona e sviluppata in poche ore dalla Squadra Mobile, ha permesso di cogliere sul fatto tre individui. Questi, ignari della presenza dei poliziotti, si sono recati al capannone e, alla vista delle forze dell'ordine, hanno tentato la fuga a bordo della propria auto.

L'inseguimento e la cattura

L'inseguimento è durato solo un centinaio di metri, dopodiché i fuggitivi sono stati costretti a fermarsi. Sottoposti a perquisizione, sono stati trovati in possesso di prove inconfutabili che hanno dimostrato la loro diretta connessione con lo stabile e l'attività illecita.

Portati in carcere

Dopo gli accertamenti di rito in Questura, i tre arrestati sono stati trasferiti alla Casa Circondariale di Cremona, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

(Foto di copertina: immagine di archivio)

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali