Dieci denunciati

Minacciato di morte e vessato dalla sua comunità, trova il coraggio di denunciare

Protagonista della vicenda un cittadino di nazionalità indiana.

Minacciato di morte e vessato dalla sua comunità, trova il coraggio di denunciare
Soresina, 17 Ottobre 2020 ore 12:19

Casalmorano. Denunciati dai Carabinieri 10 cittadini di nazionalità indiana per atti persecutori nei confronti di un loro connazionale.

Denunciati 10 cittadini indiani

Nei giorni scorsi i militari della Stazione Carabinieri di Soresina hanno denunciato 10 cittadini di nazionalità indiana a seguito di denuncia presentata da un loro connazionale per atti persecutori, furto in abitazione e danneggiamento poiché, tra agosto e settembre di quest’anno lo avevano vessato quotidianamente, minacciandolo anche di morte per fatti inerenti dinamiche interne alla stessa comunità indiana.

La comunità

Tutta la vicenda è riconducibile a dissidi legati anche ai ruoli ricoperti dalla vittima nella comunità, infatti il denunciante sino al termine dello scorso anno ne era il vice capo, ruolo per il quale era in corso l’elezione di un successore.

L’apertura del negozio

I fatti scaturiscono però da interessi economici legati all’apertura da parte del denunciante di un negozio di generi alimentari indiani che si è posto in concorrenza con quelli già presenti sul territorio. Non riuscendo però a sostenere la concorrenza, era stata proprio la parte offesa a dover rinunciare al proseguo dell’attività.

L’imboscata

Gli altri appartenenti alla comunità, ritenendo tale concorrenza irrispettosa, hanno continuato a vessarlo attirandolo, nei primi giorni di settembre, in un luogo isolato per poi picchiarlo. Non contenti hanno fatto irruzione all’interno dell’abitazione dell’uomo situata a Casalmorano danneggiandola e rubando denaro contante.

Covid, via libera alla nuova Ordinanza in Lombardia: tutte le misure

TORNA ALLA HOME

 

Top news regionali
Turismo 2020
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia