A CREMA

Minaccia i dipendenti con una pistola a gas, poi tenta la fuga dopo il furto

Giunte sul posto le pattuglie dei Carabinieri della Stazione di Crema, dell’Aliquota Radiomobile e dell’Aliquota Operativa

Minaccia i dipendenti con una pistola a gas, poi tenta la fuga dopo il furto
Pubblicato:

Nella mattina di ieri, 25 giugno 2024, è scattato l'allarme ai Carabinieri della Stazione di Crema per via di una tentata rapina avvenuta nei pressi di un esercizio commerciale situato nel comune di Crema. L'intervento tempestivo dei Militari ha reso possibile il fermo del 43 anni, con precedenti di polizia a carico, che ha minacciato con una pistola a gas i dipendenti del negozio spacciandosi per un Carabiniere.

Tentata rapina a Crema

Erano circa le 12 quando all'interno del supermercato un dipendente lo ha sorpreso mentre nascondeva dei generi alimentari in un marsupio che aveva con sé, così ha deciso di affrontarlo. Il 43enne però ha subito estratto la pistola dalla cintura dei pantaloni e lo ha minacciato spacciandosi per un Carabiniere in servizio.

Il dipendente si è quindi allontanato spaventato, ed il 43enne si è recato alle casse per poi uscire indisturbato, raggiungendo un’auto che si trovava nel parcheggio, con a bordo altre due persone. Lasciando la pistola sotto il sedile all'interno dell'abitacolo e parlando brevemente con i due soggetti, per poi dirigersi verso il negozio per pagare ciò che aveva lasciato in cassa.

Nel mentre però è stato bloccato e identificato dai Carabinieri della Stazione di Crema. Le due persone a bordo dell'auto invece, che hanno tentato di fuggire dal parcheggio del negozio, sono state fermate dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile e dell’Aliquota Operativa.

Questi ultimi hanno poi identificato i presenti e trovato la pistola a gas, priva di tappo rosso, sotto il sedile dell'auto. Dopo aver raccolto le testimonianze dei presenti e delle persone coinvolte, i Militari hanno denunciato il 43enne per tentata rapina impropria e per usurpazione di titoli e onori.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali