Lotta alla ludopatia: a Rivolta l’aiuto si chiede via mail

Un'iniziativa che, stando ai dati rilevati, funziona.

Lotta alla ludopatia: a Rivolta l’aiuto si chiede via mail
Crema, 13 Gennaio 2020 ore 12:09

Lotta alla ludopatia: a Rivolta D’Adda l’aiuto si chiede via mail. Codacons: “I dati dimostrano che questa iniziativa funziona. E’ indispensabile mettere in campo tutte le possibili risorse per il contrasto alle ludopatie”.

Lotta alla ludopatia: l’aiuto si chiede via mail

A Rivolta d’Adda l’aiuto si chiede via mail. Ha aperto, infatti, due mesi fa l’indirizzo gap@asst-crema.it. Un’iniziativa messa in campo dall’Unità operativa di Riabilitazione delle dipendenze dell’Ospedale Santa Marta guidato dallo psichiatra Giorgio Cerizza. Il servizio è rivolto a quegli scommettitori che vogliono cercare di uscire dalla spirale del gioco e, stando ai dati dei primi due mesi di sperimentazione, funziona. Ben 42, infatti, sono i messaggi ricevuti e 11 le persone entrate in terapia. Dati che evidenziano anche come il fenomeno sia in aumento tra i giovani mentre le donne faticano ancora a chiedere aiuto.

“Iniziativa che funziona”

Codacons: “L’iniziativa, stando ai dati resi noti, funziona ed è un bene perché occorre mettere in campo tutte le possibili risorse nella lotta alle ludopatie. Desta preoccupazione il fatto che sia sempre più bassa l’età in cui ci si avvicina al gioco, è la dimostrazione che occorre fare di più anche sul piano della prevenzione. Il Codacons è a disposizione per segnalazioni e informazioni sulle ludopatie all’indirizzo codacons.cremona@gmail.com o al recapito 347.9619322”.

RITROVA GIORNALEDICREMONA.IT ANCHE SUL DESKTOP DEL CELLULARE!

Leggi anche: Come aggiungere il nostro sito alla schermata home del tuo smartphone

TORNA ALLA HOME PER TUTTE LE ALTRE NOTIZIE

Turismo 2020
Top news regionali
Glocal News
Video più visti
Foto più viste
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia