Cronaca
Controlli di Nas e Carabinieri

Locali pubblici al setaccio: "covi" di pregiudicati e norme anticovid non rispettate

Un servizio coordinato che ha visto l’impiego di numerose pattuglie nel capoluogo e nei comuni limitrofi.

Locali pubblici al setaccio: "covi" di pregiudicati e norme anticovid non rispettate
Cronaca Cremona, 14 Novembre 2021 ore 09:09

Cremona: venerdì sera di controlli a tappeto in città e hinterland da parte dei Carabinieri della Compagnia di Cremona. Tre locali controllati e sanzionati.

Controlli a Cremona e hinterland

Nel tardo pomeriggio e nella serata di venerdì 12 novembre i Carabinieri della Compagnia di Cremona, con il supporto dei Carabinieri del NAS di Cremona, i Carabinieri dell’Ispettorato del Lavoro di Cremona e i Carabinieri Cinofili di Orio al Serio, hanno svolto un servizio coordinato che ha visto l’impiego di numerose pattuglie nel capoluogo e nei comuni limitrofi.

Sono stati controllati e sanzionati tre locali pubblici, due in città e uno a Castelverde.

Esercizi pubblici al setaccio

Il primo locale pubblico controllato è un bar di via Giuseppina all’interno del quale i Carabinieri sono arrivati in forze con varie gazzelle della Sezione Radiomobile, con personale in borghese e con i cani antidroga e da polizia. Sono stati bloccati e identificati tutti i clienti, molti dei quali sono risultati pregiudicati per reati anche molto gravi, e in un secondo momento sono intervenuti gli uomini del NAS e dell’Ispettorato del Lavoro.

Il NAS ha accertato la violazione della normativa sul fumo mentre i Carabinieri dell’Ispettorato del Lavoro hanno accertato la mancata applicazione di procedure anticovid, sanzionando amministrativamente il titolare. Il cane antidroga dei Carabinieri, tra i tavolini all’esterno del locale, ha invece trovato un pacchetto di sigarette contenente una bustina con all’interno circa 10 grammi di hashish, poi sequestrati, gettati da qualcuno che ha visto arrivare i militari e ha approfittato della confusione e dell’oscurità.

Il secondo locale pubblico controllato è un bar di via Persico. Sono stati identificati tutti i clienti, anche qui molti dei quali pregiudicati, e dopo sono arrivati gli uomini del NAS e dell’Ispettorato del Lavoro. Il NAS ha accertato la violazione relativa al mancato aggiornamento del preposto mentre i Carabinieri dell’Ispettorato del Lavoro hanno accertato l’utilizzo di un impianto di videosorveglianza in assenza di autorizzazione ministeriale e la mancata applicazione di procedure anticovid, sanzionando amministrativamente il titolare.

Nel terzo locale, un ristorante pizzeria di Castelverde, sono stati controllati titolare, dipendenti e clienti. IL NAS ha contestato il mancato adeguamento della planimetria e della destinazione d’uso dei locali mentre l’Ispettorato del Lavoro ha contestato l’omessa manutenzione degli estintori, sanzionando amministrativamente il titolare.