A Offanengo

Litigi e minacce dopo i danni recati: causa l'interruzione dell'erogazione di energia elettrica in tutta la zona

Scovato il responsabile dei danneggiamenti

Litigi e minacce dopo i danni recati: causa l'interruzione dell'erogazione di energia elettrica in tutta la zona
Pubblicato:

Terminate le ricerche del responsabile delle azioni avvenute nell'inizio del mese di maggio 2024. Disagi, danneggiamenti e aggressioni durante la notte a Offanengo, scovato il colpevole dai Carabinieri della Stazione di Romanengo.

L'evolversi della vicenda

Quella notte il colpevole, dei disagi recati alla popolazione di una zona discretamente ampia nel cremonese, si aggirava per le vie della città in stato confusionario per via dell'abuso di alcolici. Quella sera l'uomo si recò all'interno di un bar, dove venne poi cacciato per via del suo comportamento inopportuno legato al suo stato di alterazione.

Uscito dall'esercizio commerciale iniziò a recare danni per le vie. Difatti, secondo quanto riportato e scoperto grazie alle indagini, l'uomo avrebbe poi piegato un cartello stradale, rotto un cestino dell'immondizia, per poi scaraventarsi contro un quadro elettrico sradicato poi da terra.

Visti i suoi comportamenti, sul posto si sono presentati alcuni suoi amici, allertati dai presenti, che avrebbero tentato di accompagnare a casa il responsabile dei danneggiamenti, senza però ottenere risultati. Poco dopo difatti, il colpevole ha colpito ripetutamente il faro di un veicolo parcheggiato per la via, rompendolo rovinosamente e ferendosi alle mani per via dei pugni.

Non contento, ha proseguito la sua corsa verso un edificio, iniziando a citofonare ripetutamente al campanello di una casa pensando che in quell'abitazione ci vivesse un suo parente. Al ché il proprietario, innervosito dal suo comportamento, è uscito di casa per poi scontrarsi verbalmente con lui. Il colpevole degli atti vandalici di quella notte ha iniziato la discussione ed ha poi minacciato il proprietario di casa.

Sul posto sono intervenuti i Carabinieri di Camisano ed il personale sanitario di un’ambulanza, che lo ha poi accompagnato al Pronto Soccorso di Crema, dove ha riferito che le ferite riportate gli fossero stati inferte dal proprietario di casa con cui aveva precedentemente discusso.

Il termine delle indagini

I Carabinieri, dopo la sua confessione, hanno aperto un'indagine per ricostruire le dinamiche di quella notte. Avvalendosi delle immagini delle riprese delle telecamere di videosorveglianza presenti lungo le vie, hanno ricostruito la vicenda. Grazie alle riprese, hanno potuto eliminare l'ipotesi di aggressione fisica da parte del proprietario di casa.

Pertanto, il colpevole è stato denunciato per minacce, simulazione di reato, danneggiamento e interruzione di pubblico servizio. Il quadro elettrico sradicato da terra ha provocato un danno economico elevato, oltre all'interruzione dell’erogazione dell’energia elettrica di abitazioni ed esercizi commerciali della zona.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali