Mai più sofferenza per Nino

Le guardie dell’OIPA di Cremona liberano giovane meticcio confinato giorno e notte in giardino

Solitudine, angoscia, fame di affetto e di libertà: in due anni di vita, Nino non ha mai conosciuto nulla di positivo.

Le guardie dell’OIPA di Cremona liberano giovane meticcio confinato giorno e notte in giardino
Cronaca Cremona, 14 Gennaio 2021 ore 14:55

Solitudine, angoscia, fame di affetto e di libertà: in due anni di vita, Nino, dolcissimo meticcio, non ha mai conosciuto nulla di positivo.

Mai una carezza per “Nino”

Incappato nelle mani sbagliate, questo giovane cane si è ritrovato a subire una delle peggiori umiliazioni, l’indifferenza e l’isolamento sociale da parte di chi avrebbe dovuto occuparsi di lui. Abbandonato a se stesso in un giardino di proprietà, Nino era solo 24 ore su 24, privato di qualsiasi attenzione. Nessuna passeggiata, nessun ingresso in casa, nessuna cura ma, soprattutto, mai una carezza né un segno d’affetto.

Confinato in giardino giorno e notte

Confinato in un giardino giorno e notte, esposto al freddo, al caldo, con qualsiasi temperatura atmosferica, Nino non aveva alcun accesso a quella che avrebbe dovuto essere la sua casa e ululava continuamente per far sentire il suo dolore.  Nutrito a pane secco gettato tra il fango e i suoi escrementi, non aveva diritto neanche ad una cuccia, tanto che come unico riparo dalle intemperie aveva a disposizione solo un armadio rovesciato.

L’intervento dell’OIPA di Cremona

Segnalato alle guardie dell’OIPA di Cremona, intervenute immediatamente in suo aiuto insieme alla Polizia Locale, Nino è stato liberato dall’incubo vissuto fin da quando era solo un cucciolo e quando ha capito di essere al sicuro, durante il viaggio verso la clinica veterinaria, si è finalmente lasciato andare, riempendo le guardie di baci ed effusioni d’affetto.

Check-up completo

Visto che non era mai stato condotto da un veterinario, è stato anche sottoposto ad un check-up completo, risultando fortunatamente in buono stato di salute anche se magro e molto trascurato, tanto che il pelo era pieno zeppo di nodi. Rimasto ricoverato per diversi giorni sotto flebo, è stato vaccinato e sottoposto anche ai test della leishmaniosi e della filariosi, per fortuna negativi.

Presto adottabile

Ora al sicuro presso uno stallo, Nino è seguito da educatore cinofilo che si sta prendendo cura di lui e, fra qualche mese, non appena si riprenderà dal trauma subito, sarà adottabile.

Nel frattempo, il nucleo dell’OIPA di Cremona chiede a chiunque possa di offrire un piccolo aiuto per continuare a prendersi cura di Nino nel migliore dei modi, per affrontare le spese veterinarie, del ricovero, dei controlli e dello stallo presso cui è accolto.

Per info su Nino e la sua futura adozione: Sabina Rizzi, Coordinatrice Guardie Eco zoofile OIPA Cremona e provincia, Tel. 348 3285329; guardiecremona@oipa.org

10 foto Sfoglia la gallery

(Foto: www.guardiezoofile.info/cremona)

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità