Denunciato dalla Polizia

Lascia il telefono dal tabaccaio e il cliente dopo lo fa sparire 

Identificato in breve tempo l'autore del furto.

Lascia il telefono dal tabaccaio e il cliente dopo lo fa sparire 
Cronaca Cremona, 11 Febbraio 2021 ore 14:50

Identificato in breve tempo l’autore del furto di un telefono cellulare avvenuto il 4 febbraio 2021.

Lascia il telefono sul bancone e il cliente dopo lo fa sparire

Nel pomeriggio del 9 febbraio 2021, gli agenti della III^ Sezione Reati contro il Patrimonio della Squadra Mobile, al termine di una rapida attività d’indagine hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cremona per il reato di furto, P.E.C. di anni 40, nativo del circondario bresciano.

A carico del nominato la Polizia ha acquisito elementi di responsabilità in ordine alla denuncia di furto di telefono cellulare di marca Apple modello Iphone 11, formalizzata lo scorso 4 febbraio 2021 presso il locale Ufficio Denunce, da parte di una donna.

La denuncia della vittima

Quest’ultima, dopo avere effettuato un acquisto presso una rivendita di tabacchi, aveva lasciato inavvertitamente il cellulare di pregio sul bancone e uscendo dal locale. Dopo alcuni minuti si era accorta della grave dimenticanza tornando di corsa sui suoi passi avendo la sgradita sorpresa di constatare che qualcuno non si era lasciato sfuggire l’occasione agguantando il costoso telefono e facendolo sparire.

L’indagine lampo della Polizia di Cremona

Gli agenti della Squadra Mobile hanno visionato le immagini del circuito chiuso presente all’interno dell’esercizio commerciale e potendo così scoprire che un giovane, immediatamente dopo la cliente, aveva acquistato un pacchetto di sigarette e con scaltrezza, poco prima di allontanarsi, si era impossessato del cellulare presente sul bancone, occultandolo all’interno della tasca del giubbotto.

Tale comportamento ha concretizzato l’ipotesi delittuosa di furto e per i poliziotti non era difficile riconoscere nel responsabile del reato un soggetto conosciuto quale appartenente all’ambiente della tossicodipendenza cremonese.

Gli Agenti lo hanno velocemente rintracciato e, dinanzi alle evidenze, il giovane permetteva agli operatori di Polizia di rinvenire il telefono cellulare nel frattempo occultato in un’area boschiva. Lo smartphone veniva così restituito all’avente diritto, felice di rientrare in possesso di un oggetto di così alto valore commerciale, ma soprattutto contenente dati sensibili e strettamente personali.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli